Thursday, April 18, 2024

L’inossidabile Italia: Cesena Fashion Week

L’Italia che ci piace è quella che non si piange addosso ma che reagisce, che accomuna le forze e dai sogni fa nascere concretezze.
È il caso di un evento nato in sordina ed arrivato alla terza edizione, in crescita costante per l’impegno e la forza di chi crede e investe nella propria attività.

Parlo della Cesena Fashion Week, qualcuno sorriderà del fatto che una piccola realtà provinciale abbia forse un nome così altisonante, eppure questo evento nato dall’amore per la moda del Made in Italy e dalla voglia di fare azienda in proprio, merita tutto, ma proprio tutto il nostro rispetto.

Via quei sorrisini ironici dunque e seguite l’esempio.
Alessandra Navetta e Simone Monè con l’ufficio stampa Francesca Bartoli, sono gli organizzatori, i primi due anche stilisti dei marchi By Alis e Simon Cracker.
Unite le forze e le poche risorse si trovano spazi magari da amici dove far sfilare le proprie creazioni, le istituzioni, che novità, latitano ma la tenacia degli coordinatori è più forte di ogni ostacolo e pian pianino si dà vita ad eventi pieni di creatività e sorprese.
Si sfila nei negozi, nei bar, per strada, è occupazione di suolo pubblico e per fortuna il Comune non infierisce, lascia correre, altri negozi si ribellano, altri si alleano, infatti quest’anno è presente Monti, uno dei negozi più chic di Cesena che allestisce uno spazio dove clienti e non, possono farsi fotografare dopo aver indossato un capo presente in negozio.
Le forze si uniscono e Enrica Ramilli, titolare del negozio di scarpe più antico di cesena, Dante Calzature, come storia, più “vecchio”ma uno dei più all’avanguardia come prodotti, Annamaria Magagnoli anima degli accessori più di tendenza I A.M. Collection e la succitata Alessandra Navetta architetto diventata stilista con il marchio By Alis, formano un trio invidiabile di sinergie femminili.
Si associano e il risultato è un riuscitissimo e molto glamour Fashion Show degno delle migliori sfilate internazionali, con i dovuti distinguo, ovviamente.

Le attività commerciali fanno sfilare linee italiane di grido come il negozio Glamour di Floriana Sirotti, coadiuvata nel catering da sua figlia: Alice e lo Stregatto Cup Cakes Designer.
Altri scelgono spazi al di fuori del proprio esercizio è il caso di NÖE , quattro punti vendita in Romagna e in più i mercati, che realizza e fa sfilare le proprie creazioni nate dalla fervida fantasia di Monica Chiarati e Valentina Ferrari.
I giovani di Kobe Riot con le loro T-Shirt ironiche e “toste” sono per un pubblico giovane e ribelle “with a cause”.
Tutti si inventano qualcosa per invitare clienti vecchi e farsene di nuovi creando visibilità ed eventi che danno lustro alla città, ai negozi e agli stessi stilisti, è il caso di Argani, di Paolo Azzani e il suo socio Alberto Argenti, altro negozio in centro, molto raffinato, la sua è una vetrina dove alcuni ragazzi che indossano capi in vendita nel negozio stesso, da Moschino a Versace, sorseggiano un drink con nonchalance e interagiscono con i passanti.
Il negozio Gas giocando con “Guess Who” … fotografa con lo stile vecchia polaroid i partecipanti … la moda è un gioco, guai a prendersi sul serio, anche se ovviamente la moda è lavoro, è business, e il Made in Italy è ancora un simbolo di garanzia ed estro in tutto il mondo,.

Tanti altri partecipano ad un mercatino al centro di Cesena dove si espone solo moda fatta da sé cucita con amore e fantasia, dalle borse in pelle agli abiti in lino, gioielli fatti con materiale di riciclo o realizzati in plexiglas e altri materiali, è il Polka Dot dove si compra, si ammira si cerca il capo unico.
Tutto crea movimento e se ne occupa anche la CONFARTIGIANATO, potente associazione che in uno spazio chiamato Confà , un Temporary Shop raccoglie il fior fiore delle industrie della zona e tutto il materiale esposto è in vendita, ecco , queste sono le piccole realtà che si muovono, da lodare e incrementare, da seguire e perché no da imitare!

Come ho detto si sfila nei bar e negli spazi adiacenti è il caso di Moqette, di Marco & Leslie due stilisti che sono stati scelti a Parigi nella prestigiosa Who’s Next … che premia gli stilisti emergenti.
Gente che ha coraggio, che attiva una reazione e che risponde alla crisi con i fatti, che ostinatamente realizza i sogni e non li lascia nel cassetto, io ammiro queste iniziative, è l’Italia vera, quella che lavora sodo, che non aspetta aiuti ma si aiuta, del resto il motto chi fa da sé …

Cesena Fashion Week merita una chance, una visita, un applauso spero che ad ottobre per la sfilata inverno ci siano eventi che richiamino la stampa nazionale e perché no la TV ovviamente quella che dà più visibilità a queste meritevoli persone e sono sicura che pian piano arriverà, nel frattempo si accumula esperienza, che è il sale della vita.

 DSCN3349

 DSCN1188DSCN1167DSCN1150DSCN1117DSCN1111DSCN0967DSCN0869DSCN0827DSCN1208DSCN1218

Isabella Rossiello
Isabella Rossiello
Isabella Rossiello ha insegnato italiano ad Amburgo e Berlino. Tornata in Puglia si e` occupata di moda e grafica divenendo Co–titolare di Deus Ex Machina Pubblicità con sede a Bitonto, con il ruolo di Art Director, trasferendosi prima a Bratislava e poi a Cesena, dove tutt’ora vive e lavora come grafico e giornalista,

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles