Sunday, June 23, 2024

CIMITERO, NON SONO LE CAPPELLE CHE CROLLANO, SONO I MORTI CHE SI RIVOLTANO NELLE TOMBE!

Caro Direttore DOSSENA,

al cimitero di Napoli (e non solo) continuano a crollare le Cappelle! Non è per terremoti né per la fatiscenza delle costruzioni… sono i morti che si rivoltano nelle tombe! Sono i nostri defunti disgustati dai comportamenti umani volti per la maggior parte a procurare disordine e rovine negli angoli, vicini e lontani, della Terra. Sono i nostri morti, a cominciare dai martiri e dai caduti di ogni guerra, fino a tutte quelle anime sconosciute che, umilmente e generosamente, vissero e morirono credendo, a costo dei loro sacrifici ed anche della loro vita, di immolarsi in nome della pace, della giustizia umana e di un mondo migliore. Mano a mano che i tempi sono passati si sono resi sempre più conto di quanto tanta buona parte di umanità abbia scelto e continua a scegliere le vie del male decidendo di odiare più che amare, di distruggere più che costruire, di sopraffare più che abbracciare, di uccidere più che aiutare a vivere. Purtroppo il Male alligna ovunque senza distinzione di razza, cultura o stato sociale. Un male che spesso, in nome di una fede religiosa, ha addirittura l’ardire di usare e coinvolgere Iddio in azioni più che deprecabili, dalle invasioni delle terre altrui all’oppressione di donne indifese che vengono martirizzate solo perché hanno fatto uscire una ciocca di capelli da un velo imposto per una bizzarra tradizione che oggi non ha più alcun senso! Eccolo il vero motivo che l’attuale società dovrebbe vedere in ciò che accade nei cimiteri. Ecco cosa ci dicono i morti che si rivoltano nelle tombe dei cimiteri che crollano!

Raffaele Pisani

Raffaele Pisani
Raffaele Pisanihttp://www.raffaelepisani.it/
Poeta in dialetto napoletano e saggista, Pisani ha pubblicato ben 29 libri.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles