Monday, Dec. 9, 2019

Dalla Next Generation alla donna eterea di Luisa Beccaria: inizia Milano Moda Donna

Written By:

|

25 February 2015

|

Posted In:

Dalla Next Generation alla donna eterea di Luisa Beccaria: inizia Milano Moda Donna

Ci siamo. Eccoci alla nuova edizione milanese della fashion week autunno inverno 2015/2016.

Genny

Genny

Ad aprirla, martedì 24 febbraio, presso il Teatro Vetra, il fashion show Next

Genny

Genny

Generation (Luca Lin, Alessandro Canti e Gianluca Viscomi, Deyse Cottini e Claudio Cotugno), seguito dal party after show offerto dalla Camera della Moda di Milano: una serata all’insegna del glamour e delle nuove tendenze.

Poche ore dopo si inaugura ufficialmente la settimana della moda, con un calendario ricco e ben articolato su sei giorni (25 febbraio – 2 marzo), che mi ha portato in giro per la città, in lungo e in largo, tra sfilate e presentazioni, sino agli eventi serali su invito.

Genny

Genny

Il primo giorno, mercoledì 25, vede sfilare, tra gli altri, Genny, Stella Jean, Luisa Beccaria, Gucci, Fay, Alberta Ferretti, sino a Philipp Plein.

Genny

Genny

Mi piace evidenziare lo stile proposto da Genny, ispirato all’antico Egitto, volto ad una femminilità misteriosa e capace di inedita seduzione. Gocce d’olio, ricami e motivi jacquard si alternano su stampe eleganti e raffinate, portandoci in un immaginario mondo lontano, fatto di una estetica sopraffina, quasi dimenticata e surreale.

I capispalla avvolgono i corpi e i cappotti si allungano, definendo meglio la figura femminile. Si ammirano, inoltre, tailleur in jacquard fil coupé bianco e oro e abiti eleganti di varie lunghezze, arricchiti da motivi geometrici e decori di antica memoria.

Stella Jean

Stella Jean

A paesi lontani si ispira anche la collezione di Stella Jean, che si rifà all’Himalaya indiano, riuscendo anche a sovrapporre con fine eleganza forme maschili ad altre prettamente femminili.

Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

È un trionfo di patchwork, in una rutilante commistione di tessuti, forme diverse e colori sgargianti, disposti in stratificazioni eterogenee, in cui un ruolo fondamentale viene giocato dalle cinture, da indossare come un autentico passe partout.

In un’atmosfera ben diversa mi porta, invece, la collezione donna Luisa Beccaria, cui fa da sfondo una bellissima sala di un palazzo storico di corso Venezia.

Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

Tra preziosi affreschi e grandi specchi con imponenti cornici dorate, sfilano, in una sala gremita sino all’impossibile, modelle eteree che sembrano fluttuare leggere nell’aria.

Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

Indossano autentiche opere d’arte, in cui nulla è lasciato al caso. Pizzi, decori, tessuti pregiati si alternano – su abiti che elegantemente segnano la silhouette femminile o su gonne più ampie e svasate sino ad importanti abiti da sera –  in un tripudio di fascino ed eleganza senza tempo, che richiama lo stile ‘bon ton’ di inizio ‘900 con alcune delle modelle che indossano con naturalezza un basco sui capelli.

Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

In questa nuova collezione, dominano i colori del grigio, del nero, del nero accostato al blu, sino all’oro e alle sue varie sfumature.

Romantica anche la donna proposta da Francesco Scognamiglio, mentre quella di Fausto Puglisi porta con sé citazioni siciliane, sino alla donna più ‘borghese’ proposta da Fay.

Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

Da Gucci si afferma, invece, la tendenza per i tessuti ‘vissuti’, stropicciati e spiegazzati, uniti alla leggerezza e ai dettagli di pelliccia sulle calzature.

Share This Article

Related News

Una donna nomade, sofisticata e misteriosa sulle passerelle milanesi per la Primavera/Estate 2020
Rigoletto, intrighi a corte!
L’Idea Magazine NY incontra il Teatro Bonci di Cesena

About Author

Diletta Maria Cecilia Loragno

Leave A Reply

Leave a Reply