Tuesday, May 21, 2024

VIRTÙ E PROPRIETÀ SALUTARI DEL FAGIOLINO: PURIFICA, FORTIFICA E FA PERDERE PESO

Di Vanesa Pia Turco

Il fagiolino appartiene alla famiglia delle leguminose nonostante venga anche considerato un ortaggio, dato che viene raccolto e consumato ancora immaturo. È ricchissimo di acqua e fibre che facilitano lo smaltimento dei liquidi in eccesso, ha proprietà rinfrescanti, aiuta la funzionalità gastrica, purifica l’organismo e stimola la motilità intestinale contrastando meteorismo, gonfiori e stitichezza. È privo di grassi e colesterolo, contiene pochissime calorie e sazia molto velocemente quindi il suo consumo è consigliato ai diabetici e nella perdita di peso. I fagiolini sono una fonte preziosa di vitamina C, vitamina B9, vitamina K e sali minerali come potassio, ferro, calcio e silicio. Tutte queste sostanze sono utili per proteggere la pelle dai raggi solari e dall’invecchiamento precoce e sono utili anche per rinforzare il tessuto osseo, il tessuto connettivo e per facilitare la mobilità di tendini, muscoli e articolazioni. Il potassio in particolare è fondamentale per contrastare cellulite, smagliature e buccia d’arancia e per smaltire i liquidi in eccesso causati da stress e dieta sbilanciata. Sono presenti infine nel fagiolino due antiossidanti altamente benefici come il beta-carotene e la luteina che proteggono la membrana delle cellule dall’aggressione delle sostanze tossiche e dai radicali liberi proteggendo al contempo la funzionalità cardiovascolare e la funzionalità visiva.

I fagiolini possono essere seminati dall’inizio della primavera fino alla tarda estate. Non amano il freddo eccessivo e le annaffiature abbondanti che potrebbero far marcire le radici. I semi devono essere posizionati in buche profonde con un terreno fresco ben concimato. La coltivazione può essere fatta anche in vaso ma i semi per crescere bene hanno bisogno di molto spazio quindi è bene procurarsi grandi recipienti di terracotta. Le varietà di fagiolino sono molteplici e volendo fare una distinzione per colore ne esistono di verdi, gialli e viola. Possono essere di tipo rampicante, semieretto o nano. Esistono poi le qualità come il cleo, il festina ed il virgilio che raggiungono i 16 cm di lunghezza e la cui raccolta avviene solitamente in estate. Risulta molto più salutare cucinare al vapore i fagiolini per preservare tutte le qualità nutrizionali. La lessatura infatti potrebbe determinare soprattutto se prolungata la perdita di molte sostanze preziose nell’acqua di cottura. Assolutamente sconsigliato consumarli crudi poiché contengono una sostanza che crea disturbi digestivi e che viene neutralizzata con la cottura. I fagiolini per essere davvero freschi e nutrienti si devono presentare turgidi, devono avere un bel colore verde brillante ed essere privi di macchie di muffa. Se sono elastici e morbidi invece vuol dire che è passato qualche giorno dalla loro raccolta. 

 I fagiolini contengono micronutrienti essenziali per la vitalità e la bellezza dell’essere umano. La vitamina A, la vitamina C, l’acido folico, la vitamina K, il potassio ed il silicio contribuiscono ad attivare svariate funzioni che mirano a rigenerare il corpo e a preservare l’attività cerebrale. La vitamina A contribuisce alla produzione dei globuli rossi, partecipa alla sintesi delle proteine, stimola la crescita delle cellule della pelle e delle mucose. Rinforza il sistema immunitario e il sistema osseo e aiuta la longevità delle cellule del sistema nervoso. La vitamina C o acido ascorbico aiuta nelle infezioni e a ridurre cellulite e smagliature grazie al suo potere altamente rigenerante. Migliora quindi la forza e la luminosità di pelle e capelli, contrasta le emorragie e stimola la cicatrizzazione. La vitamina B9 o acido folico stimola la rigenerazione cellulare, protegge il tratto digestivo, sostiene nei casi di ansia, irritabilità e depressione ed è davvero utile durante la gravidanza in quanto protegge il nascituro da eventuali malformazioni. La vitamina K ha un ruolo cruciale nella coagulazione del sangue, preserva la salute delle pareti venose e secondo alcuni studi scientifici ha un effetto benefico nei confronti dell’osteoporosi. Il potassio è un minerale prezioso poiché aiuta a perdere peso in quanto drena efficacemente le tossine. Combatte la ritenzione dei liquidi causata spesso da alcol, fumo e da una dieta ricca di grassi e  cibi raffinati. Regola anche gli impulsi nervosi e la pressione sanguigna. Il silicio infine fortifica le ossa, agisce sulla bellezza di unghie e capelli, protegge l’attività di milza e polmoni e rende morbida ed elastica la pelle.

Ecco una ricetta semplice e gustosa che abbina il sapore rustico della pasta integrale e la dolcezza dei fagiolini con il profumo delicato del basilico fresco. Il tutto accompagnato dall’odore intenso dell’aglio e dal gusto pungente e deciso dei capperi e del pecorino. I fagiolini da utilizzare per questa ricetta possono essere freschi, surgelati o in scatola. Quindi via libera alla semplicità e alla fantasia per
un piatto leggero, colorato e nutriente.

Fusilli all’aglio con fagiolini e pomodori

INGREDIENTI

Fusilli integrali 360 gr
Fagiolini 200 gr
Pomodori 200 gr
Capperi 100 gr
Basilico fresco
Olio d’oliva
Pecorino 100 gr
Peperoncino
Aglio 1 spicchio
Sale marino

PREPARAZIONE   Lavare e tagliare in modo sottile i pomodori, il basilico e i capperi. Versare poi in una grossa padella con dell’aglio e un filo d’olio. Fare rosolare per alcuni minuti. Aggiungere i fagiolini in scatola precedentemente scolati quindi mescolare con cura con un cucchiaio di legno. Dopo pochi minuti, spegnere il fuoco e profumare con un ciuffo di basilico. Successivamente mettere a cuocere la pasta in acqua bollente salata. Scolare bene, poi versare i fusilli nella padella con la salsina. Mescolare in modo omogeneo. Quando la pasta è pronta da servire basta trasferirla in bel piatto di ceramica dove si può spolverare del formaggio e del peperoncino per un sapore più intenso e prelibato.                                              

Vanessa Pia Turco
Vanessa Pia Turco
Nel 2007 Vanessa Pia Turco consegue con successo il diploma di Naturopatia e gli attestati nei corsi di specializzazione in: Medicina Tradizionale Cinese, Medicina Ayurveda, Cromoterapia, Riflessologia Plantare, Kinesiologia Applicata, Aromaterapia, Feng Shui, Floriterapia di Bach, Fitoterapia e consulenza nutrizionale. Viene eletta poi Vicepresidente di Premio Arte Pentafoglio, un’associazione socio-culturale che mira a premiare e promuovere l’arte e la cultura italiana nel mondo. Collabora attivamente con la Gazzetta Palermitana nella rubrica “Salute & Benessere” e con L'Idea Magazine di New York nella rubrica “Tutto Natura”. Vanessa e` inoltre artista e diverse sue opere sono state recensite da famosi critici d’arte e sono in permanenza in vari musei, consolati e ambasciate e presso organizzazioni internazionali come Rotary o Lions.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles