Saturday, April 13, 2024

10 Febbraio 1947 (In ricordo del genocidio delle foibe)/February 10, 1947 (In memory of the genocide of the foibe)

Marina Agostinacchio

10 Febbraio 1947 (In ricordo del genocidio delle foibe)

 

Le bestie valgono bestie.

Anch’ io voglio una corda.

Calarmi, calarmi a scovare demoni

con artigli ancora su bocche, su piedi

di dormienti. Ho gambe fatte dolina.

Quali ali e quale superficie? Rotolo.

Srotolo il codice. Da qualche parte

sarà l’Uomo… con il suo canto e il volo.


February 10, 1947 (In memory of the genocide of the foibe)

 

Beasts are worth beasts.

I want a rope too.

Descend, descend to find demons

With the claw still on mouths, on feet

Of sleepers. I have legs made a sinkhole.

Which wings and which surface? I’m rolling.

I unroll the code. Somewhere

There will be Man … with his chant and flight.

Marina Agostinacchio
Marina Agostinacchio
Nel 1998 e nel 2007, Marina Agostinacchio è tra i vincitori del concorso nazionale di poesia “Premio Rabelais”. Nel 2006 è tra i finalisti del Premio “Tra Secchia e Panaro”. Nel 2002 ha ottenuto il Premio internazionale Eugenio Montale per l’inedito. Nel 2006 pubblica la raccolta di poesie Porticati, nel 2009 la raccolta Azzurro, il Melograno, nel 2012 Lo sguardo, la gioia, nel 2014 Tra ponte e selciato. Nel 2021, Marina Agostinacchio ha pubblicato i volumi bilingue di poesie "Trittico Berlinese", 2021, e "In the Islands of the Boughs", 2023.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles