Sunday, May. 20, 2018

TLC: nasce VueTel Usa, il gruppo italiano ha attivato una nuova centrale installata a New York per collegare gli Usa all’Africa

Written By:

|

12 May 2018

|

Posted In:

TLC: nasce VueTel Usa, il gruppo italiano ha attivato una nuova centrale installata a New York per collegare gli Usa all’Africa

L’azienda, specializzata in servizi di telecomunicazioni internazionali, ha completato l’attivazione della rete dati oltreoceano per connettere gli Stati Uniti al continente africano e si consolida come punto di riferimento internazionale sempre più importante per il mercato wholesale voce-dati verso l’Africa.

Emanuela Bevilacqua, vice president VueTel Usa

VueTel sbarca ufficialmente in America e dà vita a VueTel Usa Inc. L’infrastruttura tecnologica che l’azienda italiana specializzata in servizi di telecomunicazioni internazionali ha installato negli Usa è diventata operativa ed è quindi pronta a offrire servizi internazionali di transito internet (IP Transit), linee dedicate internazionali (IPLC), Circuiti Ethernet dedicati (EthLink) e reti private virtuali (IP Vpn) oltre ai servizi di transito voce internazionale. La sede operativa si trova a Holmdel, in New Jersey, nell’edificio ristrutturato che storicamente ospitava i laboratori di Bell Labs, mentre le infrastrutture tecnologiche sono situate a New York, nella prestigiosa sede di 60 Hudson Street.

L’obiettivo per VueTel Usa, i cui mercati di riferimento sono rappresentati da Nord Africa e Africa Subsaharina, è quello di investire oltre 1 milione di euro per ampliare i suoi servizi wholesale voce e dati. Il gruppo punta a posizionarsi come player di mercato altamente innovativo, capace di fornire servizi sicuri di alta qualità oltre a sistemi antifrode basati su principi di intelligenza artificiale e applicati alla gestione delle comunicazioni voci e dati internazionali.

“Con lo sbarco ufficiale oltreoceano, il nostro focus diventa quello di fornire agli Stati Uniti servizi dati dedicati alle imprese di grandi dimensioni e alle corporation – spiega Emanuela Bevilacqua, Vice Presidente di VueTel Usa – Siamo consapevoli del fatto che andiamo ad operare in un mercato dominato da grandi player statunitensi che vantano una rete molto sviluppata a livello globale, ma questi stessi carrier spesso non hanno un focus concentrato sull’Africa e, quindi, non forniscono servizi direttamente verso i paesi africani. In virtù del fatto che i nostri mercati di riferimento sono proprio i paesi del Mediterraneo e dell’Africa sub-Sahariana, possiamo dire di possedere un bagaglio di conoscenza significativa e di esperienza notevole in territori dove siamo presenti e attivi ormai da diversi anni”.

Con l’attivazione del PoP di New York, dopo i nodi principali di Londra, Parigi, Marsiglia, Milano, Palermo, VueTel si consolida sempre di più come punto di riferimento a livello internazionale per il mercato wholesale voce-dati verso il continente africano. Tra i paesi africani in cui il gruppo è presente vi sono: Tunisia, dove ha costituito la locale “VueTelSi”, Egitto, Algeria, Libia, Benin, Togo, Niger, Mali, Ghana, Nigeria, Burkina Faso e Angola.

Vuetel Usa sta poi facendosi strada nel mondo dell’Industria 4.0., puntando a sviluppare servizi avanzati per le telecomunicazioni basati su Intelligenza Artificiale e Machine Learning. “Per VueTel, che ha nel proprio background un profondo know how tecnologico – commenta ancora Emanuela Bevilacqua – diventa estremamente stimolante operare in un settore tra i più competitivi negli Stati Uniti”.

 

Dati di scenario

Dal 2000 a oggi l’Africa ha conosciuto un forte incremento della connettività sia fissa che mobile. Secondo i dati dell’Internet World States, gli utenti internet del continente sono passati da circa 4.5 milioni del 2010 a quasi 350 milioni del 2017. Il livello di penetrazione attuale si aggira intorno al 28%, poco più della metà rispetto al resto del mondo, ma si prevede una crescita esponenziale che entro il 2020 porterà il continente africano a livelli comparabili con la media mondiale. Secondo il GSMA, entro il 2020 ci saranno più di 700 milioni di connessioni da mobile in Africa, più del doppio delle previsioni riguardanti il Nord America.

Inoltre, il mercato dei servizi dati è in costante espansione, con tassi di crescita significativi. Secondo le stime del MEF, il Metro Ethernet Forum, il mercato dei servizi Carrier Ethernet globale raggiungerà circa 63 $ US miliardi a livello Globale nel 2019.

Per quanto riguarda i paesi africani in cui è presente il maggior numero di aziende americane vi sono: Sud Africa, Egitto, Marocco, Kenya e Nigeria. I settori in cui operano sono in gran parte: energia, tecnologia, food & beverage, agricoltura, oil & gas.

Voice Network

Il gruppo VueTel è presente con la sua rete a Londra e Parigi, cluster geografico per TDM e VoIP, e a New York con un singolo nodo full VoIP completamente ridondato con il cluster europeo.

Data Network

Il backbone collega in modalità protetta ad anello i più importanti centri di connettività tra Europa e Africa: Londra, Parigi, Milano e Palermo, oltre a Marsiglia e Lisbona, punti strategici di arrivo di cavi sottomarini dall’Africa, dal Middle-East e dalle Americhe. L’offerta è ampliata con il nuovo nodo di New York.

L’offerta per il mercato business include servizi internet e di connettività per la realizzazione di reti dedicate e VPN. La rete dati garantisce performance di qualità e latenza del segnale grazie all’utilizzo di tecnologie di rete ed accesso di ultima generazione, a un backbone ad alta capacità totalmente ridondato e a nodi che collegano le principali landing station dei cavi sottomarini con le reti terrestri in fibra ottica.

***

A proposito di VueTel

VueTel è un’azienda che opera nel mercato dei servizi avanzati per le telecomunicazioni basati su intelligenza artificiale e machine learning, a favore del mercato voce ed in particolare per il mercato dati wholesale e per le singole imprese.

Caratterizzata da un’infrastruttura di rete di alta qualità e da un elevato grado di innovazione tecnologica, VueTel è attiva dal 2009 nei servizi di terminazione voce. Dal 2015 ha ampliato la sua offerta entrando nel mercato dei servizi dati, proseguendo fino alla progettazione e allo sviluppo di servizi.

Share This Article

Related News

Dr. Mary Rorro, the “Violin Doc,”  an exclusive interview
Adolph Caso, a voice for Italian Americans
Donne italiane internazionali

About Author

Editorial Staff USA

Leave A Reply

Leave a Reply