Wednesday, Mar. 20, 2019

Milan fashion week Spring Sumer 2019: un inno alla femminilità e alla leggerezza

Written By:

|

25 October 2018

|

Posted In:

Milan fashion week Spring Sumer 2019:  un inno alla femminilità e alla leggerezza

Fluidità, leggerezza, femminilità: queste alcune parole chiave che hanno caratterizzato la Milan fashion week Spring Summer 2019.
La città, quanto mai viva e vivace, colorata e frenetica, ha visto la presenza di numerosi buyers e giornalisti italiani e internazionali, tutti pronti a scoprire le ultime tendenze per la prossima stagione.

Parte da un’ispirazione retrò per una collezione volutamente futuristica, Ermanno Scervino, che propone giacche sartoriali dai volumi over, mini abiti e iconiche sottovesti ricche di pizzi e rouches.
Gli abiti da sera delineano la silhouette, con cinture che segnano il punto vita, in un mix di sartorialità e femminilità.
I codici stilistici si fanno fluidi e intercambiabili: la donna in passerella è infatti accompagnata da un uomo che ne condivide l’estetica e declina il total white in trench e giacche sartoriali.

Guarda al futuro anche la collezione Laura Biagiotti: pensare al futuro genera dinamismo, ritmo, movimento. La donna Biagiotti è un vortice di colore e leggerezza, semplicità e libertà.
Trionfa l’iconico bianco Biagiotti, accanto a dettagli che nei mini abiti creano movimenti armoniosi, mentre i costumi da bagno diventano sensali body per la sera.

Come in un viaggio dove il tempo è circolare, Piazza Sempione rende omaggio alle sue origini, tornando alla piazza da cui il suo cammino ha avuto inizio, Piazza Sempione, per l’appunto, un luogo molto caro ai milanesi, un luogo carico di dinamismo e vitalità urbana.
Il ritmo urbano si riflette in una collezione pratica e sofisticata, cosmopolita e borghese.
I materiali sono leggeri e le fantasie grafiche sono delicate, di ispirazione maschile.
I pantaloni, di grande vestibilità, sono proposti in diverse versioni: sottili a matita, palazzo, capri o shorts.

Tod’s per la prossima stagione primavera estate propone un guardaroba femminile ricercato e sofisticato, per sentirsi perfette nei week end e nelle giornate di corsa in città: le pelli sono pregiate e le lavorazioni artigianali unite alla perfezione dei dettagli esaltano l’eleganza della leggerezza.

Il cuore del Mediterraneo, con i suoi colori e paesaggi, rivive nella collezione Maryling, animata da uno stile lussuoso e sofisticato, per una femminilità unconventional.
Nuova è anche la femminilità Dondup: nella collezione primavera estate 2019, la donna si appropria del guardaroba maschile e lo fa proprio, scegliendo il bianco e il nero, e li arricchisce di tocchi di luce. Anche il denim si reinventa, diventando prezioso, grazie ad applicazioni e ricami artigianali.

Anteprima propone una collezione contraddistinta da energia, femminilità e creatività, mentre un ‘sogno in technicolor’ anima la collezione Vivetta: è un invito al gioco, un gioco ironico e garbato, in cui trionfa un arcobaleno colorato.

Sovrapposizioni armoniche di stampe ed elementi si trovano nella collezione firmata Marani, in cui si respira un’aria hippy con sferzate glam. Giulia Marani rielabora le atmosfere iconiche del brand Angelo Marani, proponendo una donna versatile, che ama giocare combinando insieme spirito rock e femminilità.

La natura, la sua forza e i suoi colori ispirano la collezione SS 2019 Eleventy: qui troviamo i caldi colori della sabbia e del sole, le sfumature bruciate della terra e quelle più fredde dell’acqua.
La vestibilità è fluida e leggera, in una voglia di libertà ed evasione, adatta alla donna contemporanea, sempre raffinata, dal mattino fino a sera.

Anche la collezione Hanita trae ispirazione dalla natura e in particolare dai suoi quattro elementi, acqua, aria, terra e fuoco. Il filo conduttore della collezione è il rispetto dell’ambiente e delle sue risorse, con la ricerca di nuove soluzioni tessili.
Domina il desiderio di libertà insieme a quello di esplorare nuovi territori e paradisi lontani e sconosciuti.

Cividini

Cinzia Rocca

È ‘viaggiatrice’ la donna Antonelli, la cui collezione evoca atmosfere lontane, dai ciliegi in Giappone, alla magia dell’India, dai grattacieli metropolitani ai profumi del Suk.
Dominano fantasie floreali, stampe animalier, accanto a linee geometriche e colori caldi come i rossi e i marroni, oltre alle sfumature dei verdi e dei blue.

Ispirazione esotica e metropolitana anima la collezione Cividini, in cui trionfa un design pulito e moderno. Si ispirano alla natura anche i colori brillanti proposti da Cinzia Rocca: il giallo sole, l’azzurro acqua, il rosa peonia. La silhouette è pura e i materiali sono pregiati, in una collezione che esalta femminilità e leggerezza

Ricca la palette di colori proposta da Baldinini, che evoca un’atmosfera etnica, creola e caraibica insieme. Trionfa il rosa, il fucsia violaceo e il verde intenso, oltre al marrone bruciato e al senape.

‘Color Power’ è l’inno della collezione SS 2019 firmata Orciani: le nuance sono forti e vitaminiche e sono combinate sapientemente con i materiali, dalla pelle martellata al pitone, al cuoio sino alla divertente trasparenza del pvc. Si apprezza l’eleganza del total white ma anche la giocosità e l’ironia di inserti fluorescenti.

In occasione della Milan fashion week, Fratelli Rossetti prende spunto da un’atelier d’arte per trasmettere il savoirfaire dei propri artisti artigiani: protagoniste le combinazioni di colori realizzate attraverso la tecnica dello shading, che permette di creare tonalità inedite dalle molteplici sfumature.
L’atmosfera dell’atelier prende vita nelle stanze di Palazzo Visconti, in cui si può ammirare, in occasione del suo 50mo anniversario, il mocassino Brera, nelle versioni sfumato e intrecciato.

Share This Article

Related News

Pamela Quinzi, The Cinderella of New York. Le scarpe, il libro, gli Oscars.
BACIAMI, STUPIDO!
Dai ghiacci polari sino allo spazio: la donna della prossima stagione sarà una donna viaggiatrice e cosmopolita (Milan Fashion Week 2019)

About Author

Diletta Maria Cecilia Loragno

Leave A Reply

Leave a Reply