Wednesday, May 18, 2022

La fashion week milanese: eleganza sofisticata, materiali preziosi e ricercata artigianalità trionfano nelle collezioni donna Spring Summer 2015

Foto realizzate da: G. Bucci

GREGIS-3Un calendario ricco e frenetico, condito talvolta anche dalla pioggia, che non ha tuttavia scoraggiato giornalisti, bloggers e buyers nazionali e internazionali, dal correre da un punto all’altro della città.

Tra le sfilate del primo giorno, mercoledì 17, si possono ricordare Stella Jean, che rinnova con bravura il suo stile etnico, e Francesco Scognamiglio, che presenta abiti anni ’30, diligentemente accollati e longuette, e utilizza chiffon e organze, pizzo e tulle.

Alessandro Dell’Acqua, invece, per N°21 mixa tessuti diversi, Fay propone la sua nuova street art, mentre  tulle e ricami sono i protagonisti da Alberta Ferretti, che esalta la manualità degli artigiani italiani, mentre da Andrea Incontri si apprezzano abiti leggerissimi e da Gucci una collezione rock/ borghese, pensata per donne forti ed eccentriche.

GREGIS-2Tra le presentazioni, Loriblu, Ballin, Peuterey e Brunello Cucinelli, che definisce la sua donna ‘athletic chic cittadina’, proponendo per lei una collezione che mixa ginnico ed etnico.

Giovedi 18 si apre con la sfilata di Max Mara, per proseguire con Emporio Armani, in cui dominano tante sfumature del blu. Segue la ricerca e lo stile casual and cool di Cristiano Burani, la sperimentazione di Fendi, la donna hippy e romantica di Just Cavalli, sino ai colori di Disquared2, agli intarsi di Costume National, al rock romantico di Blugirl, ai contrasti eleganti di Prada e alla coinvolgente sfilata di Daniela Gregis: un vero momento artistico, fatto di luci, colori e musica. Dominano linee  pulite, capi morbidi, adatti ad ogni età;  trionfano i colori del mare e del cielo, bianco e blu si alternano continuamente, mentre sfila il lino, la seta, il cotone e tessuti stropicciati.

GREGIS-1Mentre il sole tramonta, irrompono i toni caldi del rosso e dell’arancio e una capsule maschile casual, mentre in sottofondo si ode lo sciabordio delle onde del mare. I cappottini sono leggeri e le bluse ampie, le larghe tuniche sono dominate da fiori e pois. La sfilata termina mentre un uomo col sax inizia a suonare.

Tra le presentazioni di questa giornata, Woolrich John Rich & Bros, Zagliani, Malo, Cesare Paciotti, Fabiana Filippi.

Diletta Maria Cecilia Loragno
Diletta Maria Cecilia Loragno
Diletta Maria Cecilia Loragno si è laureata in Lettere Classiche con il massimo dei voti e la lode con una tesi di Laurea in Letteratura Greca presso l’Università di Bari, dove ha conseguito anche il titolo di Dottore di Ricerca in Italianistica, completando il suo percorso di studi presso l’Università Cattolica di Milano con il Master in Museologia, museografia e gestione dei beni culturali. Ricevuta la Nomina di Cultore della Materia dall’Università di Bari, ha partecipato in veste di relatore a diversi seminari e convegni nazionali e internazionali.. Letteratura e Arte hanno sempre occupato un posto speciale nella sua formazione: nei suoi reportage giornalistici, la moda è descritta, con un linguaggio naturale e armonico, come una sublime forma d’arte. Segue tutto ciò che riguarda il Made in Italy e il Lifestyle, dal food al wine passando per il glamour e il design. E’ Art Director dal 2017 dell’evento da lei ideato e curato presso l’isola di Capri, ‘Capri Incontra’, un pomeriggio dedicato alle Emozioni. E’ iscritta all’Ordine dei Giornalisti (Elenco Pubblicisti) dal 2007.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img