Tuesday, Jul. 16, 2019

Reality, quiz, talk e roventi cucine … l’involuzione della tv

Written By:

|

24 June 2019

|

Posted In:

Reality, quiz, talk e roventi cucine … l’involuzione della tv

La tv una volta aveva velleità “educative” informative, ricreative!
Oggi invece è infarcita per lo più di programmi trash, lunghissimi talk dove i politici di turno litigano e raramente propongono, tantissimi quiz show, ad ore tardo pomeridiane e serali, come i programmi di cucina che proliferano e dove cuochi “sadici” urlano e strepitano se i loro ordini non vengono eseguiti.
Cuochi diventati star con contratti pubblicitari di grande rilievo e con ristoranti carissimi dove il cibo è lesinato … gli occhi però sono soddisfatti e se come si dice si mangia prima con gli occhi, lo stomaco e il portafogli piangono!
Facciamo un rewind e andiamo con ordine: i Reality, ce ne sono per tutti i gusti, i più celebri sono L’isola dei famosi e il Grande Fratello (entrambi hanno generato due sottocategorie di Vip e Nip … non important person).
Ormai tranne i personaggi le modalità non cambiano: a parte la fame, le intemperie e famelici mosquito si gioca sui sentimenti e sulle emozioni, si piange spesso per le litigate più o meno furiose, per le presunte “corna” mancanza degli affetti famigliari, scandali veri o presunti, vincitori e concorrenti qualcuno dice” veicolati” ma difficilmente dimostrabile.
Poi ci sono le riprese che indugiano su, a volte, enormi sederi (resi appunto più sproporzionati da riprese ravvicinate) rigorosamente segnati da tanga, detto anche ironicamente filo interdentale!
Il nudo integrale o i seni però sono “blerati” se la concorrente si sfila il reggiseno, un’ipocrisia micidiale!
Chi partecipa all’Isola dei Famosi Vip? Di solito sono ragazze, i bellocce, i senza una precisa connotazione artistica e lavorativa, alcune spariscono subito dopo per fare spazio a “carne fresca” poi ci sono attori ed attrici che erano nel dimenticatoio e vengono riesumati nella speranza di un rilancio spesso disatteso!
Anche Il Grande Fratello punta su spazi comunque risicati dove si sta comodi ma dove ci si scontra e ci si incontra, nascono amori e amorazzi che durano spesso il tempo che passa tra un grande fratello e l’altro!
Anche qui il fattore esterno è fondamentale: tradimenti (veri o presunti)” tragedie” famigliari, segreti svelati, la privacy diventa trasparente, ogni segreto è svelato.
Pure qui l’occhio spione indugia sulle famose docce che rasentano scene di film hard, il popolo di voyeur è ampiamente soddisfatto.
I quiz: quasi tutti di origine americana (come del resto Big Brother e Survivor) piacciono soprattutto ad un pubblico con una educazione scolastica medio bassa, i partecipanti a volte veri pozzi di nozionismo (ben diverso dalla Cultura) altri di una imbarazzante ignoranza.
Questi programmi hanno alti indici di ascolto e sono come tutti gli altri infarciti di pubblicità che impazza dappertutto e che portano milioni di euro ai vari presentatori e evidentemente editori!
Ormai il canone sarebbe obsoleto eppure continuiamo a pagarlo … in bolletta per non evadere una tassa francamente iniqua!
Altro grande e lungo programma ad ogni ora del giorno è il talk politico: per una parvenza di democrazia si invitano politici di ogni schieramento e corrente, costoro si impegnano al litigio sicuro, a volte anche con insulto inserito, questi talk non tolgono o aggiungono molto ad una visione globale di informazione politica, anzi a volte disinformano e non sono certo educativi per lo spettatore!
I programmi di cucina imperversano e hanno grande successo: gare tra Vip o studenti di cucina e cuochi improvvisati, ci sono diverse formule dal cuoco che ti rivoluziona l’intero ristorante e menù a torte che sono vere e proprie opere d’arte sino alla cucina che ha per protagonisti i bambini cuochi in erba, o persone che invitano amici e conoscenti per cui preparano cibi più o meno appetibili!
Ovviamente tutti questi programmi hanno gemmato prodotti o sottoprodotti simili come “ Temptation Island” “Ballando con le stelle” “Amici” “ Uomini e Donne” e tantissimi altri … e la cultura??
Relegata in programmi di nicchia spesso in orari impossibili e senza il minimo sforzo per renderli attraenti.
Per fortuna ci sono i film e qualche programma in cui effettivamente i Vip lavorano e si preparano seriamente come “ Ballando con le stelle” o “ Tale e quale show”
Se ritornassimo al cinema, a teatro, a passeggiare, a visitare Musei, alla lettura? Invece abbiamo in alternativa i Social altra nota dolente ma non sempre, collega amici e parenti lontani ci si scambiano opinioni però è anche una gran fabbrica di fake news e i cosiddetti Troll, personaggi con falsi account pronti a scatenare la rissa virtuale!
Abbiamo tante comodità ma spesso le usiamo male o abbocchiamo per noia o ignoranza a programmi diseducativi e tristi.
Il progresso ha sempre due o molteplici facce!

Share This Article

Related News

SABATO 12 OTTOBRE “BLUES MADE IN ITALY” FESTEGGIA LA SUA DECIMA EDIZIONE.  GRANDE ATTESA PER L’EVENTO ESPLOSIVO OSPITATO DA AREA EXP DI CEREA (VR)
RHYTHM IS OUR BUSINESS
Traviata in mondovisione all’Arena di Verona per il tributo di addio a Franco Zeffirelli

About Author

Isabella Rossiello

Leave A Reply

Leave a Reply