Sunday, August 7, 2022

Rafforza le difese immunitarie e spazza via virus e batteri con il polline d’api

Di Vanessa Pia Turco

Il polline è una sostanza straordinaria, un vero e proprio integratore alimentare. Contiene tantissime sostanze preziose ed è un efficace immunostimolante per cui risulta utile sia per la prevenzione che per il trattamento di patologie, sia di natura batterica che virale. È un fortificante naturale che migliora lo stato generale dell’organismo, combatte lo stress, rilassa e aiuta nel prevenire e alleviare influenze e mali stagionali.  Combatte ansia e insonnia, rinforza la memoria e aumenta il livello di attenzione. Allevia le allergie, migliora le prestazioni degli sportivi e aiuta a fissare il calcio nelle ossa. Dentro queste minuscole perline si nasconde insomma una miniera di sostanze nutritive capaci di sostenere la funzionalità dell’organismo contro raffreddori, tosse, astenia, bronchiti e tanto altro!

Il polline è una polverina di colore giallo costituita da granuli microscopici e come la propoli e la pappa reale rappresenta il risultato dell’attività laboriosa di raccolta che le api fanno volando da fiore in fiore. Le api selezionano il polline migliore, lo impastano in piccole pallottole che raccolgono in apposite cestelle per destinarlo alla nutrizione delle larve e dell’ape regina. L’ape regina è l’unica ape feconda quindi ha bisogno di essere nutrita con grande attenzione. Il polline ha un sapore delicato e spiccatamente dolce e viene utilizzato in abbinamento con il miele per la crescita delle api. Il polline rappresenta il frutto di una ricerca minuziosa fatta per dare forza e nutrimento, ecco perché rappresenta una vera miniera di vitamine, enzimi e sali minerali. Il polline d’api ha una consistenza morbida e un odore caratteristico e il colore solitamente è giallo ma può assumere delle tonalità che si avvicinano all’arancio o al lilla.

Il polline contiene sostanze dall’alto valore nutritivo. Contiene acqua, circa il 60%, vari pigmenti vegetali e fitosteroli come il beta-carotene, il licopene, la quercetina e la rutina. In particolare I bioflavonoidi rutina e quercetina aumentano la resistenza di vene e capillari e regolano la loro permeabilità. La quercetina è anche efficace per il suo effetto antiasmatico, antistaminico ed antiallergenico. Assumere questo prezioso alimento aiuta nel trattamento di disturbi più o meno cronici come sinusiti, bronchiti, allergie ed asma bronchiale. Nel polline sono presenti sali minerali come calcio, ferro, potassio, magnesio, fosforo, rame e  manganese e diverse vitamine come la vitamina A, E e le vitamine del gruppo B. Presente l’acido linoleico che facilita la perdita di peso e l’acido alfa-linoleico che contrasta l’invecchiamento cutaneo. Presenti inoltre proteine, enzimi e aminoacidi preziosi come l’arginina che ha un’azione benefica nei confronti delle arterie favorendone la vasodilatazione e l’elasticità, riduce i livelli del colesterolo nel sangue, migliora la cicatrizzazione e il rendimento sessuale, la lisina che favorisce la produzione di anticorpi e accresce la formazione di collagene ed infine la metionina che è essenziale nel metabolismo dei muscoli, mantiene in buona salute pelle, capelli e sistema nervoso e disintossica dai metalli pesanti. Il polline migliora l’idratazione e l’elasticità della pelle e contrasta problematiche quali eczema, acne, rughe e psoriasi. Molto utile anche come rivitalizzante per le persone anziane, aiuta a combattere l’invecchiamento precoce, le astenie sessuali e nel caso della menopausa aiuta nello squilibrio ormonale. Combatte l’affaticamento nel caso di surmenage fisico e intellettivo  quindi utilissima negli studenti prima di un esame o di un concorso. E nel caso di anoressia si è rivelato utile nel ritrovare appetito e vitalità.

Il polline regolarizza le funzioni intestinali e ne previene eventuali problematiche. Data la presenza di fibre contribuisce, se assunto in maniera regolare, ad un sano e corretto funzionamento dell’apparato digestivo. Aiuta nella diarrea e nella stipsi cronica e combatte le fermentazioni intestinali. Come integratore alimentare è davvero ottimo nella gravidanza e nell’allattamento per la madre data la presenza di grandi quantità di acido folico e zinco e nella crescita dei bambini poiché rinforza le ossa. Grazie alla rutina in esso contenuto il polline può essere un valido alleato nell’ipertrofia della prostata. Il consumo regolare di polline poi può facilitare il superamento di infiammazioni croniche.

Il polline è una sostanza straordinaria, un vero e proprio integratore alimentare. Contiene tantissime sostanze preziose ed è un efficace immunostimolante per cui risulta utile sia per la prevenzione che per il trattamento di patologie, sia di natura batterica che virale. È un fortificante naturale che migliora lo stato generale dell’organismo, combatte lo stress, rilassa e aiuta nel prevenire e alleviare influenze e mali stagionali.  Combatte ansia e insonnia, rinforza la memoria e aumenta il livello di attenzione. Allevia le allergie, migliora le prestazioni degli sportivi e aiuta a fissare il calcio nelle ossa. Dentro queste minuscole perline si nasconde insomma una miniera di sostanze nutritive capaci di sostenere la funzionalità dell’organismo contro raffreddori, tosse, astenia, bronchiti e tanto altro!  

Il polline è una polverina di colore giallo costituita da granuli microscopici e come la propoli e la pappa reale rappresenta il risultato dell’attività laboriosa di raccolta che le api fanno volando da fiore in fiore. Le api selezionano il polline migliore, lo impastano in piccole pallottole che raccolgono in apposite cestelle per destinarlo alla nutrizione delle larve e dell’ape regina. L’ape regina è l’unica ape feconda quindi ha bisogno di essere nutrita con grande attenzione. Il polline ha un sapore delicato e spiccatamente dolce e viene utilizzato in abbinamento con il miele per la crescita delle api. Il polline rappresenta il frutto di una ricerca minuziosa fatta per dare forza e nutrimento, ecco perché rappresenta una vera miniera di vitamine, enzimi e sali minerali. Il polline d’api ha una consistenza morbida e un odore caratteristico e il colore solitamente è giallo ma può assumere delle tonalità che si avvicinano all’arancio o al lilla.

Il polline contiene sostanze dall’alto valore nutritivo. Contiene acqua, circa il 60%, vari pigmenti vegetali e fitosteroli come il beta-carotene, il licopene, la quercetina e la rutina. In particolare I bioflavonoidi rutina e quercetina aumentano la resistenza di vene e capillari e regolano la loro permeabilità. La quercetina è anche efficace per il suo effetto antiasmatico, antistaminico ed antiallergenico. Assumere questo prezioso alimento aiuta nel trattamento di disturbi più o meno cronici come sinusiti, bronchiti, allergie ed asma bronchiale. Nel polline sono presenti sali minerali come calcio, ferro, potassio, magnesio, fosforo, rame e  manganese e diverse vitamine come la vitamina A, E e le vitamine del gruppo B. Presente l’acido linoleico che facilita la perdita di peso e l’acido alfa-linoleico che contrasta l’invecchiamento cutaneo. Presenti inoltre proteine, enzimi e aminoacidi preziosi come l’arginina che ha un’azione benefica nei confronti delle arterie favorendone la vasodilatazione e l’elasticità, riduce i livelli del colesterolo nel sangue, migliora la cicatrizzazione e il rendimento sessuale, la lisina che favorisce la produzione di anticorpi e accresce la formazione di collagene ed infine la metionina che è essenziale nel metabolismo dei muscoli, mantiene in buona salute pelle, capelli e sistema nervoso e disintossica dai metalli pesanti. Il polline migliora l’idratazione e l’elasticità della pelle e contrasta problematiche quali eczema, acne, rughe e psoriasi. Molto utile anche come rivitalizzante per le persone anziane, aiuta a combattere l’invecchiamento precoce, le astenie sessuali e nel caso della menopausa aiuta nello squilibrio ormonale. Combatte l’affaticamento nel caso di surmenage fisico e intellettivo  quindi utilissima negli studenti prima di un esame o di un concorso. E nel caso di anoressia si è rivelato utile nel ritrovare appetito e vitalità.

Il polline regolarizza le funzioni intestinali e ne previene eventuali problematiche. Data la presenza di fibre contribuisce, se assunto in maniera regolare, ad un sano e corretto funzionamento dell’apparato digestivo. Aiuta nella diarrea e nella stipsi cronica e combatte le fermentazioni intestinali. Come integratore alimentare è davvero ottimo nella gravidanza e nell’allattamento per la madre data la presenza di grandi quantità di acido folico e zinco e nella crescita dei bambini poiché rinforza le ossa. Grazie alla rutina in esso contenuto il polline può essere un valido alleato nell’ipertrofia della prostata. Il consumo regolare di polline poi può facilitare il superamento di infiammazioni croniche.

Il polline rappresenta un alimento dalle mille qualità, adatto a tutte le età. Si può consumare al mattino, a digiuno, un po’ prima della colazione, o mescolato al burro, alla marmellata o al miele. Può essere quindi spalmato sul pane o aggiunto ad una bevanda tiepida, latte, tè o caffè. La dose normale è di 20 gr al giorno che equivale a 1 cucchiaio al giorno da minestra. In caso di stanchezza cronica si può ripetere l’assunzione anche per lo spuntino pomeridiano. Si consiglia di protrarre la cura per almeno 40 giorni ad ogni cambio di stagione.

Il polline rappresenta un alimento dalle mille qualità, adatto a tutte le età. Si può consumare al mattino, a digiuno, un po’ prima della colazione, o mescolato al burro, alla marmellata o al miele. Può essere quindi spalmato sul pane o aggiunto ad una bevanda tiepida, latte, tè o caffè. La dose normale è di 20 gr al giorno che equivale a 1 cucchiaio al giorno da minestra. In caso di stanchezza cronica si può ripetere l’assunzione anche per lo spuntino pomeridiano. Si consiglia di protrarre la cura per almeno 40 giorni ad ogni cambio di stagione.

Vanessa Pia Turco
Vanessa Pia Turco
Nel 2007 Vanessa Pia Turco consegue con successo il diploma di Naturopatia e gli attestati nei corsi di specializzazione in: Medicina Tradizionale Cinese, Medicina Ayurveda, Cromoterapia, Riflessologia Plantare, Kinesiologia Applicata, Aromaterapia, Feng Shui, Floriterapia di Bach, Fitoterapia e consulenza nutrizionale. Viene eletta poi Vicepresidente di Premio Arte Pentafoglio, un’associazione socio-culturale che mira a premiare e promuovere l’arte e la cultura italiana nel mondo. Collabora attivamente con la Gazzetta Palermitana nella rubrica “Salute & Benessere” e con L'Idea Magazine di New York nella rubrica “Tutto Natura”. Vanessa e` inoltre artista e diverse sue opere sono state recensite da famosi critici d’arte e sono in permanenza in vari musei, consolati e ambasciate e presso organizzazioni internazionali come Rotary o Lions.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img