Thursday, September 23, 2021

PER GRAZIA RICEVUTA©.  Racconto di Bruno Pegoretti

PER GRAZIA RICEVUTA©

 Racconto di Bruno Pegoretti

Qualcuno suonò alla porta. “Cazzo!” biascicai a mezza voce. Aprii. Era un uomo di età indefinibile: quaranta, cinquanta, o più. Alto, dalla bellezza sfacciata di un dio greco, indossava una camicia bianca, intatta, con tre bottoni slacciati sul collo, e una giacca color sabbia, di lino grezzo, spiegazzata, portata con disinvoltura su un paio di jeans delavé.

“Prego” ed accennai con un gesto della mano di entrare. Mi corrispose con un impercettibile inchino.

Mi venne spontaneo giustificarmi: “Scusi il disordine: qua ci vivo e ci dipingo”.

“Sono io che devo scusarmi. È mattino presto, forse troppo presto per disturbare un artista”. Proseguì: “Mi chiamo Clarence… Clarence Frank, e le sarei grato se potessi ammirare le sue cose, sempre che lo desideri…”

 Per continuare a leggerlo, clicca qui…

Related Articles

- Advertisement -
- Advertisement -

L'angolo della poesia

- Advertisement -
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
SPECIAl SALE