Saturday, October 16, 2021

“NEL PROFONDO BLU DELL’ACQUARIO DI GENOVA, MERAVIGLIOSE CREATURE DAI MARI DEL MONDO”

Nel Porto Antico di Genova, si trova l’Acquario di Genova costruito in occasione di Expo ’92 per il quinto centenario della scoperta del Nuovo Mondo di Cristoforo Colombo.  Il progetto è dell’architetto Renzo Piano,  la parte acquariologica è stata realizzata  dall’architetto americano Peter Chermayeff.
L’Acquario di Genova  gestito da Costa Edutainment è il più grande d’Europa; le bellissime ambientazioni creano  un’atmosfera di profondità marine realizzate per le diverse specie di animali, le vasche ospitano 12.000 animali: Meduse, Foche, Lamantini o sirene dell’oceano, Tartarughe, Delfini, Camaleonti, Squali, Manta, Cavallucci marini, Pinguini, Polpo, Anemoni, Coralli e molti altri, ci sono 200 specie di piante.
Nella baia degli squali si possono vedere altri pesci come il pesce sega dell’Oceano indiano e del Pacifico occidentale riconoscibili dal lungo rostro dentellato.
Nelle vasche a cielo aperto, i tursiopi o delfini costieri nuotano con eleganza in una azzurrità, ma possono anche essere ammirati anche davanti alla parete vetrata da  una prospettiva subacquea.
L’acqua dell’Acquario proviene dal lago della costa che garantisce un approvvigionamento costante d’acqua di ottima qualità, l’acqua viene depurata e immessa nelle vasche, tutte fornite di impianti di filtrazione meccanici e biologici garantendo a ogni ambiente la temperatura,  il pH e la salinità adeguata.
Dopo l’inaugurazione  l’Acquario di Genova è stato ampliato nel 1998  utilizzando gli spazi dello scafo di una nave Italia o Nave Blu che ospita il Padiglione della Biodiversità , in una vasca si possono vedere le razze, in questa area ci sono anche animali di foreste pluviali o di acqua dolce come tartarughe, iguane, anfibi.
L’Acquario di Genova propone anche    “Solo Acquario”, “Acquario Village”, “Acquario dietro le quinte”, “A tu per tu… con i delfini”,  “A tu per tu… con i pinguini”,   “Cene emozionali” e molte altre iniziative.
Altre interessanti visite sono,  il Galata Museo del Mare, il Sottomarino Nazario Sauro, la Biosfera,  il Bigo Ascensore Panoramico.
Negli oceani è nata la vita circa 3,8 miliardi di anni fa e molte sono le ricchezze del mare rimaste sconosciute. L’Acquario di Genova svolge un’attività di conoscenza e tutela dell’ambiente marino, Costa Edutainment propone le giuste iniziative per la tutela dell’ambiente, per esempio “Acquario segreto” è un’occasione per scoprire con la guida di un biologo, il lavoro di mantenimento e riproduzione in ambiente delle diverse specie di animali.
Il Pianeta Blu è una sala dove inizia la visita , un grande video mapping presenta suggestive immagini di animali marini provenienti dagli oceani e

ANIMALI ALL’ACQUARO DI GENOVA
Molo Antico:  Anemone di mare, Occhiata, Cefalo, Stella marina rossa, Sarago, Spigola, Pagro, Donzella zingarella
Grotta delle murene: Cavalluccio marino panciuto, Murena, Scorfano, Pagello fragolino, Polpo, Cavalluccio camuso
Mediterraneo profondo: Paromola, Scorfano di fondale, Pesce trombetta, Gattuccio, Pesce tamburo
Laguna delle sirene: Lamantino delle Antille
Baia degli squali: Squalo grigio, Squalo nutrice, Squalo zebra, Pesce sega dal lungo rostro, Cernia gigante dei Caraibi, Cernia bruna, Ricciola, Cernia di fondale, Sarago faraone, Cernia dorata, Cernia bianca, Carango mediterraneo, Pastinaca americana
Le Cinque Terre: Castagnola rossa, corallo rosso, Gorgonia rossa, Cerianto,  Gorgonia verrucosa, Falso corallo nero


Aree marine protette: Donzella zingarella, Riccio di mare di roccia, Stella rossa, Tordo rosso, Bavosa gattorugine, Cetriolo di mare
Amazzonica: Piranha rosso, Pleco leopardo
Spiaggia delle foche: Foca comune
Sotto il ghiaccio:  Histiodraco velifer, Odontaster validus, Urticinopsis antarctica, Pseuodotrematomus bernachii
I pinguini:  Pinguino di Magellano, Pinguino Papua
La costa dei delfini: Tursiope
Vasca tattile: Razza chiodata, Razza ondulata, Razza stellata, Gallinella
Vasca degli storioni:  Storione cobice,  Storione siberiano, Storione russo, Storione sterleto, Storione bianco, Storione stellato
Scogliera mediterranea: Gamberetto delle rocce, Stella spinosa minore, Gattuccio, Ghiozzo rasposo, Ortica di mare, Spirografo, Re di triglie, Bavosa pavone, Pomodoro di mare, Stella marina rossa, Magnosella, Nacchera di mare, Gambero pulitore, Cerianto, Aragosta, Paguro bernardo, Magnosa
Laguna dei coralli: Pesce angelo imperatore, Pesce ballerino, Pesce coniglio, Pesce farfalla procione, Pesce napoleone, Pesce palla a macchie nere, Pesce scatola spinoso, Pesce balestra pagliaccio, Pesce balestra picasso, Pesce istrice, Pesce lima ornato, Pesce pipistrello, Pesce scorpione, Squalo tappeto, Squalo zebra, Tartaruga caretta
La foresta tropicale:  Camaleonte pantera, Testuggione palustre ligure, Mantella  dorata, Mantella dalle zampe blu,  Dendrobate tinteggiata, Dentrobate testa gialla, Boa constrictor, Pitone verde, Ciclide blu elettrico, Ciclide rostrato, Pitone tappeto, Pitone delle rocce indiano, Testuggine africana, Testuggine aracnoide, Zonosauro ornato, Iguana maculata malgascia dalla coda spinosa


Le rotte dei tropici: Pesce ago, Pesce neon, Guppy, Pesce spazzino rigato, Scalare, Guarami perla, Pangio, Pesce arlecchino, Pesce vetro, Pesce pagliaccio,  Idolo moresco, Donzella gialla e blu,  Pesce farfalla dal rostro, Labride uccello, Turbinaria
Il giardino un battito d’ali : Diamante di Kittlitz, Diamante civetta, Diamante cigliarosse, Diamante guttato, Diamante di Tanimbar, Diamante pappagallo
Il Rio delle Amazzoni:  Iguana dai tubercoli, Basilisco piumato, Tartaruga mata mata, Tartaruga del fango, Oscar, Caimano nano di Cuvier, Pacu, Leporino fasciato, Trigone d’acqua dolce, Pleco leopardo, Pesce gatto dalla coda rossa
Isole Eolie: Donzella zingarella, Madrepora arancione, Ombrina, Tordo verde, Pesce coniglio striato, Donzella pavonina
La danza delle meduse: Filoriza,  Medusa quadrifoglio, Crisaora pacifica,  Cassiopea, Sanderia
Isole Molucche: Pesce coniglio, Calastrea, Pesce angelo dei coralli, Pesce farfalla dal rostro, Pesce cardinale di Banggai, Xenia
Le mangrovie: Perioftalmo, Pesce arciere, Pesce quattrocchi,
Scogliera corallina:  Pesce ballerino blu, Pesce rana, Pesce cardinale, Pesce pagliaccio
Il Mar Rosso: Anthias dalle pinne a squama, Anemone a bolle,  Donzella lunare, Trigone a macchie blu, Tridacna, Corallo molle, Domino
La vasca delle onde: la vasca è stata rinnovata per ospitare animali endemici dell’Oceano Pacifico settentrionale: Polpo gigante del Nord Pacifico, Anemone verde gigante, Anemone gigante, Oloturia della California, Stella marina pipistrello, Stella marina viola.

NOTIZIE – NEWS DALL’ACQUARIO DI GENOVA
ALL’ACQUARIO UNA VASCA DEDICATA AL GAMBERO D’ACQUA DOLCE
All’interno del Padiglione della Biodiversità, una nuova vasca presenta ai visitatori il gambero d’acqua dolce e il progetto Life Claw per la sua conservazione

Il gambero di fiume italiano ((Austropotamobius pallipes)) è una specie autoctona (nativa), la cui sopravvivenza è minacciata  a causa della crescente antropizzazione degli ecosistemi acquatici e dell’introduzione di specie alloctone (non native) Informare  e sensibilizzare il pubblico alla conservazione, la gestione e l’uso sostenibile degli ambienti acquatici per promuovere comportamenti positivi e responsabili,  alcuni esemplari di gambero di fiume italiano sono stati trasferiti in una vasca espositiva, per promuovere la tutela della specie.
Il progetto LIFE CLAW, dedicato alla conservazione del gambero di fiume italiano (A. pallipes) nell’area dell’Appennino nord-occidentale di Emilia-Romagna e Liguria, ha avviato di recente le ricerche  (survey) sulle popolazioni di gambero d’acqua dolce autoctono, per valutarne lo stato di salute, la variabilità genetica, la distribuzione, l’abbondanza relativa, unite alla valutazione dello stato di salute degli ecosistemi acquatici.

LE TARTARUGHE TORNANO IN MARE
L’Acquario di Genova svolge attività di salvataggio e cura delle tartarughe marine in difficoltà dal 1994 e dal 2009 è referente istituzionale per la Regione Liguria per le tartarughe marine della specie Caretta caretta.
Nel 2017, ha ricevuto, insieme all’Acquario di Livorno, il riconoscimento per questa attività dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio; entrambe le strutture gestite da Costa Edutainment operano in collaborazione tra loro e con le autorità locali per garantire ad ogni individuo uno stato di salute consono al ritorno in mare.
A tale riguardo, è in vigore un protocollo di intesa tra Acquario di Genova e Direzione Marittima della Liguria che definisce la collaborazione tra le due realtà per gli interventi in casi di recupero di fauna marina in difficoltà.
Gli esemplari di tartaruga marina che vengono rinvenuti in difficoltà vengono trasportati all’Acquario.  Diverse sono le cause delle difficoltà in cui si trovano alcune tartarughe marine, possono essere  strumenti da pesca, principalmente palamiti,  reti,  sacchetti di plastica scambiati per meduse che fanno parte della dieta naturale di questi rettili; impatto con imbarcazioni a motore.
La tartaruga marina depone le uova su litorale. Una volta ricevute le cure necessarie per il ritorno in stato di salute, gli esemplari, affidati temporaneamente all’Acquario di Genova, vengono rilasciati in mare generalmente all’interno dell’Area Marina Protetta di Portofino.
I rilasci costituiscono un’importante occasione di divulgazione e sensibilizzazione del pubblico alla necessità di tutelare queste specie e più in generale l’ambiente marino.
L’attività viene condotta in collaborazione con la Capitaneria di Porto, da sempre accanto all’Acquario di Genova nell’attività di recupero di questi animali in difficoltà e di successivo rilascio, il nucleo Carabinieri Cites di Genova, e la Fondazione Acquario di Genova

L’Acquario di Genova dà il benvenuto a un pulcino Pinguino Papua e a  tre pulcini Pinguini di Magellano
Nella vasca subantartica dedicata ai pinguini Kowalski,  pinguino Papua (Pygoscelis papua) insieme alla pinguina  Rosi hanno  avuto un pulcino.
L’uovo è stato covato alternativamente dai genitori che provvedono ora a nutrire il piccolo rigurgitando direttamente nel suo becco.
Il piccolo raggiungerà lo svezzamento intorno agli 80-90 giorni  intorno ai due mesi e mezzo, farà la prima muta, passando dal piumaggio grigio alle piume impermeabili che gli consentiranno l’ingresso in acqua.
Per conoscere il sesso, è necessario aspettare quel momento e prelevare una piuma per effettuare il test del DNA.
I pinguini Papua vivono nell’emisfero Sud, come tutti i pinguini, più nello specifico nelle aree antartiche e sub-antartiche; nel suo genere questa è la specie che si spinge più a Nord.
Nidificano in colonie che non distano mai più di 2 km dalla riva del mare e che rimangono ad un’altitudine non superiore a 200 m. I nidi sono ben distanziati, larghi e costruiti con sassi, erbe e muschi.
All’Acquario di Genova, i nidi vengono costruiti utilizzando i ciottoli che lo staff lascia a loro disposizione nella vasca.
Nella vasca in queste settimane si sono schiuse anche tre uova di pinguino di Magellano (Spheniscus magellanicus) e i pulcini si trovano al momento nei rispettivi nidi, accuditi da mamma e papà.
I piccoli pinguini – uno nato dalla coppia “Giallo” e “Verde-Nera” e due nati da una cova “gemellare” di “Verde” e “Blu-Nera” – sono nati a metà giugno da uova deposte nei nidi ad inizio maggio. Anche per i pinguini di Magellano i genitori covano le uova alternativamente per tutto il tempo dalla deposizione alla schiusa. Sia mamma che papà provvedono ora a nutrire i pulcini rigurgitando alimenti predigeriti direttamente nel becco.
I pulcini raggiungeranno l’indipendenza in un periodo variabile tra le 9 e le 17 settimane, a seconda della quantità e qualità del cibo ricevuto; anche la peluria grigia verrà ben presto sostituita dal caratteristico piumaggio bianco e nero degli adulti. Solo dopo aver fatto la prima muta, passando dal piumaggio grigio alle piume impermeabili, faranno la loro prima nuotata.
I pinguini di Magellano vivono lungo le coste orientali e occidentali del Sud America a partire da Cile e Argentina fino a Capo Horn e alle isole Falkland.
La vasca dei pinguini dell’Acquario di Genova ospita 12 pinguini Gentoo e 14 pinguini di Magellano, oltre ai pulcini appena nati. Il lato terrestre riproduce i due habitat delle specie ospitate ricreando le condizioni ideali per la riproduzione e l’allevamento dei pulcini.
All’interno della vasca sono riprodotte le condizioni stagionali dell’ambiente naturale in cui vivono le due specie ospiti; la temperatura dell’acqua varia da 6 a 10° C, quella dell’aria può variare da 8 a 12° C, secondo le stagioni.
Per coloro che desiderano approfondire la conoscenza di questi simpatici uccelli è possibile partecipare alla speciale esperienza A tu per tu con i pinguini”.
L’Acquario di Genova è aperto dalle 9.00 alle 20.00

–  www.acquariodigenova.it  – Tel. 010/23451

Anna Maria Sciacca
Iscritte all’Albo dei Giornalisti-Pubblicisti, hanno pubblicato interviste, recensioni musicali e cinematografiche e diversi articoli di cultura. Collaborano per il giornale “Amazzonia” e per il settimanale “La Bisalta” di Cuneo. Iscritte alla S.I.A.E., hanno scritto alcune canzoni raccolte nei cd “Night City Lights”, ” Melodia Italiana”, “Freedom”.

Related Articles

- Advertisement -
- Advertisement -

L'angolo della poesia

- Advertisement -
- Advertisement -

Latest Articles

SPECIAl SALE