Monday, December 6, 2021

MATRIMONI: LE LOCATION ITALIANE CHE PIACCIONO AGLI USA

(NoveColonneATG) Roma – Sta suscitando grande interesse negli Usa, tra le aziende e le agenzie di wedding planner, il servizio di sopralluogo virtuale delle location italiane per eventi e matrimoni, offerto da www.events-in-italy.us. Grazie al sito di e-commerce su dominio statunitense nato e gestito ad Eo Ipso, azienda di eventi di Legnano, gli aspiranti sposi d’oltreoceano possono infatti effettuare, senza doversi recare in Italia, un minuzioso sopralluogo dei luoghi di charme per il loro “yes”, in diretta via streaming, grazie alla multipla visuale fornita da 2, 3 o più telecamere, parlando al contempo con i titolari della struttura, sempre in collegamento diretto, per analizzare le questioni organizzative e di budget. Su richiesta del cliente, è inoltre possibile aumentare il numero delle telecamere per il sopralluogo.

“L’idea di questo servizio l’abbiamo sviluppata, ingegnerizzata e strutturata in pieno lockdown, perché sin da fine 2020 ci siamo convinti che il rilancio del mondo degli eventi fisici può avvenire solo attraverso una forte integrazione con i canali digitali e con lo sviluppo di servizi esclusivamente votati alla soddisfazione del cliente – spiega Chiara Porta, direttore di Eo Ipso-. Per questo events in Italy lavora esclusivamente per il cliente, senza stringere alcun accordo e senza accettare alcun tipo di fee dalle location italiane. Inoltre, nei fatti, il nostro portale è anche un’importante vetrina promozionale per il nostro Paese e per la variegata offerta di ville, alberghi, agriturismi, castelli e sale congressi italiane. Per questo in una sezione del sito presentiamo tutte le regioni italiane, consigliando anche i piatti tipici e i vini locali da inserire nel menù dell’evento o del matrimonio, e in un’altra sezione ospitiamo una vetrina delle location italiane che vogliono, attraverso di noi, avere un’occasione in più di visibilità verso il mercato americano”.

“Alle location garantiamo la visibilità nella nostra vetrina a partire da un costo di circa 30 centesimi al giorno, ovvero 120 euro all’anno – precisa Marino Pessina, ceo di Eo Ipso -. Una cifra che abbiamo mantenuto decisamente contenuta per una precisa scelta, assunta in un’ottica di sostegno alla ripresa del settore italiano degli eventi e per ringraziare, con un atto concreto, il sostegno che a nostra volta abbiamo ricevuto da Simest. A fronte del nostro business plan che nei quattro anni prevede costi per circa 520mila euro, di cui circa la metà in comunicazione, promozione e marketing per il posizionamento negli Usa, infatti, la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti ci ha concesso per il nostro progetto di internazionalizzazione un finanziamento di 150mila euro, in parte a fondo perduto e in parte a tasso agevolato”. Eo Ipso da tempo lavora con il mercato americano, tanto che il colosso statunitense Domino’s Pizza l’ha scelta per affiancarla nello sbarco in Italia, Tempur per il lancio dei suoi nuovi materassi nel Bel Paese e per anni Whirlpool ha affidato a lei la sua comunicazione corporate. Per la promozione sul mercato americano e per lo sviluppo della sua piattaforma di e-commerce, Eo Ipso si è affidato a Kitsune, agenzia di digital marketing statunitense ed il secondo step del progetto prevede l’estensione del servizio di sopralluogo virtuale al mercato asiatico, medio orientale e russo.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img