Thursday, December 1, 2022

LUCA BECHELLI PRESENTA IL SUO LIBRO “EROI PER SEMPRE”. Intervista con l’autore.

Intervista di Anna & Maria Sciacca

Musicista, compositore, scrittore, Luca Bechelli è autore di canzoni e di due romanzi “La splendida storia di Emilio”, dedicato a un suo amico  che decide di abitare a Impruneta in Toscana, il libro è edito da Nicomp ed “Eroi per sempre”, la storia di un ragazzo e una ragazza durante la seconda guerra mondiale,  pubblicato  da Morphema Editrice.
La musica è la sua prima passione sin da ragazzo, Luca Bechelli inizia a suonare in diversi   gruppi pop e jazz come batterista e scrive canzoni “Dove sarai domani” per Pupo, Enzo Ghinazzi, “Dammi le tue mani” per Irene Fargo, “Più di così” con Franco Migliacci per Antonella Arancio, presentata nel 1995 al Festival di Sanremo,  un  brano con Marco Murati, “Valeria” per Elsa Lila  nel 2003 al Festival di Sanremo.
Altri suoi lavori sono un  arrangiamento per orchestra RAI  per Massimo Ranieri e un arrangiamento per orchestra RAI per Cecilia Gasdia ed Enzo Gragnaniello diretta dal maestro Umberto Scipione.Luca Bechelli ha scritto le musiche del film “Uscio e bottega” di Marco Daffra.
Nel suo studio di registrazione Pippolatico Music di Firenze, il musicista lavora per altri artisti anche esordienti con la collaboratrice e assistente Lorella Moretti, organizzatrice  di progetti discografici ed eventi musicali.
Le sue  realizzazioni musicali comprendono anche una  colonna sonora per una mostra a San Paolo e Rio de Janeiro nel 2011 “Sustainable landscape” e una colonna sonora per una mostra a Pechino nel 2012 “Sustainable landscape”.
Interessanti le realizzazioni audio-video per la mostra squali “Naturaliter” nel 2013 a Livorno e un’altra realizzazione audio-video per il Parco Preistorico Peccioli (PI) e la realizzazione audio-video per la mostra “Abissi” nel 2014 a Certosa di Calci (PI).
Luca Bechelli presenterà il suo libro “Eroi per sempre” l’ 8 Dicembre alle 18 presso Le Murate Caffè Letterario, Piazza delle Murate, Firenze.  

INTERVISTA CON LUCA BECHELLI 

Anna & Maria Sciacca: Come è nata l’idea di scrivere “Eroi per sempre” un ricordo raccontato dai nonni e dai tuoi genitori, oppure un interesse nella storia di quel tempo?
Luca Bechelli: L’idea era di trasferire su carta alcune storie da sempre sentite in casa mia, vecchi racconti di mia madre, di mio padre e della nonna, per non perderne per sempre la memoria storica. Poi ovviamente sono stati arricchiti e romanzati, integrati con altri episodi costruiti dalla fantasia, ma tenendoli sempre ancorati all’epoca storica e ai modi di vivere e di pensare tipici di quella stagione.

Anna & Maria Sciacca: Pensi che nella società italiana durante gli anni della Seconda Guerra mondiale  c’erano dei valori che oggi non ci sono quasi più?
Luca Bechelli: Beh, sono passati 80 anni da allora; gli usi, i costumi e il modo di pensare, di sentire la famiglia, l’amore, la libertà sono cambiati di per sé, e certi valori sono cambiati per forza. Un esempio per tutti, la comunicazione: oggi c’è il virtuale, le chat, i blog, gli sms, whatsApp, a quei tempi c’era la parola, la lettera, il telegramma; era un’altra dimensione, meno veloce, meno moderna, ma senz’altro più umana.

Anna & Maria Sciacca: Nel romanzo si parla anche di sentimenti, il rapporto tra Bruna e Fausto: “si pentì di non aver mai permesso di superare quel limite invisibile tra desiderio e amore”. Spesso accade; perché?
Luca Bechelli:Oggi accade un po’ meno ed è abbastanza difficile non superare quel limite se ti capita l’occasione di averlo fra le mani. Anche l’amore adesso è fast, lo si consuma, spesso lo si brucia e lo si dimentica. Negli anni ’40 le occasioni di incontro erano enormemente inferiori, molte persone nascevano e morivano nello stesso  paese e in tutta la vita conoscevano poche persone oltre la comunità natia. Bruna, come mia madre,  ha atteso sette anni il ritorno di suo marito e probabilmente qualche dubbio, qualche debolezza l’avrà pure avuta, ma la coscienza le ha impedito di compiere quell’ultimo passo. Oggi sarebbe impensabile.

Anna & Maria Sciacca: La copertina del libro da chi è stata ideata e realizzata e perché la scelta di una porta e una bicicletta?
Luca Bechelli:È  stata scelta questa immagine perché è molto rappresentativa di un mondo semplice e umile come era il mondo di quegli anni. La bici nel libro ha un ruolo importante, è presente in diversi momenti ed era uno dei mezzi di locomozione più usati e popolari. Ispira tenerezza e nostalgia.

Anna & Maria Sciacca: Come musicista e compositore, c’ è una canzone che hai sentito tua, in modo particolare?
Luca Bechelli:Ci sono decine di canzoni che hanno segnato la mia vita; due nello specifico avrei voluto averle scritte io: “Una lunga storia d’amore” di Gino Paoli e “Alleria” di Pino Daniele.

Anna & Maria Sciacca: Molto interessante la realizzazione audio-video per Naturaliter mostra squali e per la mostra Abiss. Per realizzare un tale lavoro, bisogna immedesimarsi nel mondo marino; che cosa richiede?
Luca Bechelli:Io penso che ogni lavoro abbia bisogno di amore e passione. In quel lavoro ci misuravamo con un mondo che conoscevamo scarsamente. Furono fatte ricerche, analisi e in questo Naturaliter, la ditta committente ci aiutò molto, poi per la realizzazione del video, degli speakeraggi e rumorizzazioni, occorse un’attenzione maniacale ai dettagli, alle atmosfere, una lunga scelta delle foto e dei movimenti; fu molto impegnativo, ma molto divertente.

Anna & Maria Sciacca: Ci sono diverse associazioni sociali con iniziative importanti; come è nata la collaborazione con AIAU Onlus?
Luca Bechelli: Conosco da molti anni Gianna Consigli che riveste in AIAU ruoli importantissimi e mi è sembrata un’ idea buona unire la letteratura alla solidarietà. Mi è sembrato un modo carino di allargare i nostri orizzonti. Ho semplicemente telefonato a Gianna che entusiasticamente ha subito detto sì e … sta funzionando. L’idea di dare un piccolo modestissimo aiuto anche alle adozioni internazionali mi riempie di gioia.

Anna & Maria Sciacca: Ci sono altri progetti artistici in lavorazione?
Luca Bechelli: Moltissimi! Intanto lunedì 29 sarò su RAI 2 e accompagnerò Garrison Rochelle per tanti anni ballerino e coreografo di Amici al pianoforte col brano “All the way” di Frank Sinatra. Lavoriamo, oltre che nel nostro studio di registrazione di Firenze, in due Accademie a Salerno e a Pavia. Abbiamo diversi giovani con cui prepariamo progetti musicali da proporre alla discografia, quindi creiamo brani e testi inediti per ognuno di questi ragazzi. Abbiamo partecipato come autori due volte al Festival di Sanremo, nel 1995 e nel 2003, e ogni anno cerchiamo di presentare un giovane alla manifestazione.


IL LIBRO “EROI PER SEMPRE”

Vivere una guerra è un grande impatto emotivo per tutti, per persone e animali, si parte dalla paura delle prime notizie che si ascoltano alla radio, alla televisione o si leggono sui giornali poi si arriva a un grande sconvolgimento sociale,  negozi chiusi, lunghe file per prendere un po’ di cibo in razioni ridotte e a volte pagato a caro prezzo, il pensiero dei propri affetti  dispersi, la perdita di una casa, le violenze e i bombardamenti. Ogni rumore diventa sospetto, si vedono cose che non si vorrebbero vedere chiedendoci se ci sarà ancora un domani e come sarà.
Il romanzo “Eroi per sempre” scritto da Luca Bechelli, musicista, compositore e scrittore toscano, riporta a quel tempo della Seconda Guerra Mondiale, raccontando la storia di due giovani con la loro famiglia, i loro desideri, le loro incertezze e il loro coraggio di andare avanti.
In quel periodo le violenze erano quasi all’ordine del giorno e inaspettate come quando due soldati tedeschi bussano alla porta di una casa in cerca di cibo, così Luca Bechelli racconta: “ Bruna trovò a tastoni l’interruttore della luce, l’accese e cominciò a parlare a voce alta per farsi sentire dalla figlia che immaginava fosse ancora nascosta in camera. Vedete non ho niente qui in casa da darvi. Dobbiamo scendere dabbasso – Dove pane? Queste porte chiuse cosa essere? Cosa c’è dietro? Magazzino, carne, cibo? Eh? – domandò il graduato”.
“Tutto arrivava come fosse un fermo immagine, nello stesso istante l’altro tedesco riuscì dalla camera. Quando si accorse della scena, tirò fuori immediatamente la pistola luger dalla fondina”.
Nel romanzo non ci sono soltanto scene forti che comunque rivelano come le cose andavano realmente, ci sono anche momenti di amicizia, di condivisione, il desiderio di vivere ancora come racconta Luca Bechelli: “Avevano qualche fiasco di buon vino e qualche forma di cacio pecorino. Pane a volontà e a notte alta si buttarono in questa festa improvvisata a base di cose semplici e genuine”.
La campagna toscana è suggestiva, si estende su verdi valli, lo scrittore  la descrive con queste parole, dall’alto di un rifugio che guardava verso il Valdarno dove si trovano Pietro e Bruna: “Arrivarono che era il tramonto. Un tramonto bellissimo. I boschi nonostante la luce debole erano vestiti di mille tonalità di marrone, verde scuro e terra di Siena, ma tre colori danno combinazioni infinite e le combinazioni dei colori erano migliaia e davano il senso di tridimensionalità dei luoghi”.
Ecco, la Natura ci insegna ancora una volta che basta poco per fare molto, soltanto tre colori danno combinazioni infinite, come con sette note musicali si creano combinazioni musicali infinite.
Un’altra bella immagine nel libro la si trova quando l’autore scrive: “Dalla parte opposta l’Arno lontanissimo e basso scorreva lentamente… la presenza più forte era il silenzio”.
Un quadro di vita semplice e rustica viene descritta dallo scrittore quando parla del rifugio, forse riparo per pastori:  “In terra c’era della paglia e appese alle pareti un pentolone e una brocca di alluminio… c’era una finestrella quadrata  di trenta centimetri per trenta nel lato ovest che guardava Greve in Chianti… c’era un piccolo camino in un angolo…la porta aveva una stanga per aprire e chiudere dall’interno”.
La guerra almeno in quel momento sembrava finita, ma soltanto perché i due giovani innamorati avevano qualcosa ancora in cui credere, il loro amore? Perché erano giovani e avevano ancora una famiglia? Per le persone anziane, per le persone sole è stato diverso.
Il romanzo “Eroi per sempre” di Luca Bechelli porta a diverse riflessioni in uno stile scorrevole, reale e poetico. Il libro si può trovare presso Mondadori Store, Feltrinelli, importante dire che il ricavato del libro andrà a favore dell’Associazione Aiau di Firenze per le adozioni internazionali, per bambini in attesa di una famiglia e di una casa.


“ASSOCIAZIONE AIAU”: UNA FAMIGLIA PER I BAMBINI

Tutti i bambini nel mondo dovrebbero avere l’amore di una famiglia e il calore di una casa, l’Associazione AIAU di Firenze con sedi anche a Lodi, Udine e Salerno  promuove senza fini di lucro “la solidarietà sociale e i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” ma lavora anche per persone anziane con progetti in Italia e all’estero attraverso convegni, conferenze, e iniziative come “Un gelato per l’Etiopia”, “Progetto in Ucraina”, “Sportello aperto” e con la pubblicazione annuale dell’editoriale Soffia so’.

L’ ente AIAU Onlus é autorizzato  con Delibera CAI n° 2/2001/AE/aut/albo del 31/05/01 (G.U. n° 148 del 14/06/01), per i Paesi:  Etiopia, Ucraina,  Croazia, Moldavia, Romania, Ungheria.

Le adozioni internazionali si svolgono con le seguenti tappe:

  • Il Decreto di idoneità
  • La scelta dell’Ente
  • La preparazione del dossier
  • Il percorso di formazione
  • L’incontro
  • Il rientro in Italia
  • La nuova famiglia

I contatti di AIAU sono:  tel. 055/ 268682   E. MAIL: segreteria@aiau.it

Web site: www.aiau.it



LUCA BECHELLI PRESENTS HIS BOOK “EROI PER SEMPRE”

Luca Bechelli is a musician, composer, songwriter, and author of two novels: “La splendida storia di Emilio,” dedicated to his friend who decides to live in Impruneta, Tuscany (Nicomp editions), and “Eroi per sempre,” the story of a boy and a girl during the Second World War, published by Morphema editions.
Music is his first passion since he was a boy. Luca Bechelli starts to play as a drummer in various pop and jazz bands and has since written many songs. Some of his songs are “Dove sarai domani” for the singer Pupo, “Dammi le tue mani” for the singer Irene Fargo, “Più di così” with  Franco Migliacci for the singer Antonella Arancio (which participated at Sanremo Festival in 1995), and “Valeria,” written with Marco Murati for the singer Elsa Lila in 2003 (alsso presented at Sanremo Festival).
Other works are an arrangement for RAI Orchestra for Massimo Ranieri and an arrangement for RAI Orchestra for Cecilia Gasdia and Enzo Gragnaniello, directed by maestro Umberto Scipione.

LUCA BECHELLI & LORELLA MORETTI

Luca Bechelli has also written the music for the movie “Uscio e bottega” by Marco Daffra. In his recording studio Pippolatico Music in Firenze, the musician works for other artists with his collaborator and assistant Lorella Moretti, who is the organizer of recording projects and music shows. His web site is www.lucabechelli.it
His musical accomplishments also include a soundtrack for the exhibition “Sustainable landscape” in 2011 at San Paolo and Rio de Janeiro, in Brazil, and a soundtrack for the show “Sustainable landscape” in 2012 (Beijing, China.)
Interesting his audio-video creations for the exhibit about sharks, “Naturaliter,” in in Leghorn (Italy) and for the Prehistoric Park Peccioli (PI) and the audio-video realization for the exhibit “Abissi” in 2014 at Certosa di Calci (PI) Italy.
Luca Bechelli will present his book “Eroi per sempre” on December 8th, 6 p.m. at Le Murate Caffè Letterario, Piazza delle Murate, Florence, Italy.
The book “Eroi per sempre”, written in a flowing, realistic and poetic style, leads to many reflections. The book can be found at Mondadori and Feltrinelli stores. It’s important to say that the proceeds from the book will go to the Association AIAU for the international adoption of children waiting for a family and a home.

Anna & Maria Sciacca
Anna & Maria Sciacca
Iscritte all’Albo dei Giornalisti-Pubblicisti, hanno pubblicato interviste, recensioni musicali e cinematografiche e diversi articoli di cultura. Collaborano per il giornale “Amazzonia” e per il settimanale “La Bisalta” di Cuneo. Iscritte alla S.I.A.E., hanno scritto alcune canzoni raccolte nei cd “Night City Lights”, ” Melodia Italiana”, “Freedom”.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img