Monday, January 30, 2023

LoveITDetroit lancia la prima mostra gratuita al mondo di arte moderna italiana nel metaverso

 Per celebrare il primo anniversario di BeIT, campagna globale che celebra tutto ciò che è “Made in Italy”, il Consolato d’Italia a Detroit ha rilanciato oggi il suo metaverso LoveITDetroit per ospitare la prima mostra gratuita al mondo di arte moderna italiana.
La galleria virtuale espone 13 dipinti della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Entrando nel metaverso di LoveITDetroit, i visitatori creano un avatar che consente loro di camminare attraverso la galleria, creata su un progetto dello studio di architettura di fama mondiale Palomba Serafini. Gli amanti dell’arte possono ingrandire da vicino i singoli dipinti, offrendo un’esperienza davvero coinvolgente e la possibilità di esplorare le opere d’arte in modo più dettagliato rispetto a una galleria del mondo reale.
“Si ritiene che il Consolato d’Italia a Detroit sia il primo ente istituzionale al mondo ad avere un proprio metaverso, quindi siamo entusiasti adesso di essere i primi al mondo a lanciare una mostra d’arte organizzata da un ente governativo nel metaverso”, ha affermato Paola Allegra Baistrocchi, Console d’Italia a Detroit. “Tra gli obiettivi più ampi del nostro Consolato c’è quello di mettere in luce un’Italia più contemporanea e tecnologica, di cui l’arte moderna e la tecnologia del metaverso sono esempi perfetti”.
I 13 lavori esposti nel metaverso di LoveITDetroit sono (in ordine alfabetico per artista): Carla Accardi, “Composizione”, 1950; Giacomo Balla, “Insidie di guerra”, 1915; Alighiero Boetti, “Per un uomo alienato”, 1968; Alberto Burri, “Grande rosso P. N. 18”, 1964; Giuseppe Capogrossi, “Superficie 290”, 1958; Giorgio de Chirico, “Piazza d’Italia con statua”, 1937; Cagnaccio Di San Pietro, “La ragazza e lo specchio”, 1932; Giosetta Fioroni, “Ragazza TV”, 1964; Lucio Fontana, “Concetto spaziale”, 1961; Renato Guttuso, “Autoritratto”, 1942; Gastone Novelli, “Il grande linguaggio”, 1963; Mimmo Rotella, “Mitologia 3”, 1962; ed Emilio Vedova, “Scontro di situazioni n. 4”, 1959.
Fondata nel 1883, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea è l’unico museo nazionale italiano interamente dedicato all’arte moderna e contemporanea. Con oltre 20.000 opere tra dipinti, disegni, sculture e installazioni, la galleria offre un’ampia panoramica sull’arte dal XIX secolo ai giorni nostri.
“È meraviglioso che la tecnologia moderna ci permetta di condividere la grande arte moderna italiana con gli amanti dell’arte non solo a Detroit ma negli Stati Uniti”, ha aggiunto Baistrocchi. “Quando non sei a Roma, il metaverso di LoveITDetroit è la seconda migliore scelta. Il nostro Consolato è grato la Direttrice della Galleria Nazionale Cristiana Collu e al suo team per questa prima collaborazione al mondo”.
Collu ha osservato: ““Che vuol dire reale? Dammi una definizione di reale”, chiede Morpheus a Neo in una delle scene topiche di ‘The Matrix’ e nello stesso film compare il libro di Jean Baudrillard del 1981 ‘Simulacri e simulazione’. Il metaverso iperreale, digitale e immersivo offre possibilità di vivere esperienze non solo simulate ma anche grazie alla simulazione di immaginare un mondo sorprendente e possibile anche nella realtà”.
BeIT – la prima campagna di branding nazionale mai realizzata per l’Italia – è stata lanciata nel novembre 2021 dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano in collaborazione con l’Agenzia per il Commercio Estero. L’iniziativa globale si concentra in particolare su 26 paesi, inclusi gli Stati Uniti.
“Siamo orgogliosi di collaborare con il Consolato d’Italia a Detroit per portare la tecnologia del metaverso nella campagna BeIT”, ha affermato Franco Bevione, CEO di WEDOO, la società di trasformazione digitale che ha contribuito a costruire il metaverso per LoveITDetroit. “Il metaverso è stato un grande successo per il Consolato durante il Detroit Month of Design a settembre ed è formidabile poter rilanciare il metaverso 2.0 come galleria d’arte solo poche settimane dopo”.
Per accedere alla mostra gratuita, dal 27 ottobre al 1 dicembre 2022, si può visitare il metaverso da un computer all’indirizzo: https://www.loveitdetroit.com(aise) 

editoreusa
editoreusa
Tiziano Thomas Dossena, Direttore Editoriale della rivista.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img