Sunday, December 4, 2022

Insonnia. Un racconto di Bruno Pegoretti

S’era di giugno inoltrato.

Calava il sole dietro le montagne e l’ultimo spicchio appena affiorante ne sottolineava il profilo irregolare con un riverbero rosso.

Dal parco vicino alla casa giungevano acute le risa di un bambino. Una voce femminile lo chiamò con tono deciso: “ Mattia, è tardi. Vieni su, è ora di cena”.

“Ma, mamma! Tombola deve ancora fare pipì!”

“ E’ in tavola, Mattia, pipì o non pipì!”

Isidoro Semolini sorrise e si affacciò alla finestra. Si sporse nel tentativo d’intravvedere, tra il garbuglio dei platani, un bimbo e una cagnetta. Non vide nulla, ma aspirò con gratitudine la parvenza del profumo di un tiglio e accolse sul viso l’illusione dell’impercettibile brezza della sera, indulgenza benedetta d’un’estate precoce. Gli giunse all’orecchio il frinire lontano, che accolse come una gentilezza, d’una cicala tiratardi, testarda nell’incedere inflessibile del crepuscolo. Indugiò sul davanzale per un bel po’: si perse nell’intrecciarsi alto nel cielo dei ghirigori delle rondini e osservò, laggiù in strada, le persone che rientravano in casa, e due macchine parcheggiarsi nei posti assegnati.

Con calma, decise di prepararsi la cena. Tagliò in quattro sei pomodorini ciliegina che aggiunse all’insalata mista, già tagliata in busta. Aprì una scatola di sardine portoghesi sott’olio e desinò, accompagnando il tutto con un bicchiere e mezzo di rosso.

Pane, niente.

Per continuare a leggere, clicca sull’illustrazione….

Bruno Pegoretti
Bruno Pegoretti
Nato a Trento nel 1949. Dopo il diploma di ragioniere, a 23 anni parte con la fidanzata d’allora per Bologna, dove prende la maturità artistica e frequenta la scuola superiore di disegno anatomo-chirurgico presso l’Università di Bologna. Fa per anni il Copywriter e Art-Director free lance nel campo della comunicazione: campagne pubblicitarie, folders aziendali, testi e illustrazioni da inventare. Nel 2004 si ammala di tubercolosi. Con una dose da cavallo di antibiotici specifici, periodiche visite mediche e radiografie toraciche, se la cava in sei mesi. Ritornato in salute, per la prima volta, a cinquantaquattro anni, si trova a fare i conti con la sua mortalità. Decide, quindi, di cambiare mestiere e sceglie, finalmente, di fare quello che gli dei avevano programmato per lui fin dalla nascita: l’artista. Jill, la sua adorata moglie californiana, lo ha incoraggiato, gli è stata vicino e tuttora è la sua fan più entusiasta. Confessa ch senza di lei si sarebbe perso. Da allora ha continuato a dipingere e disegnare. Lavora a Bologna, a Fresno (California) e assieme a Jill gestisce una galleria d’arte a suo nome a San Josè del Cabo (Messico, Baja California Sur). Numerosi suoi racconti sono stati pubblicati sulla rivista online L’Idea Magazine N.Y. Il suo racconto "Insonnia" si e` piazzato al terzo posto nel concorso internazionale di letteratura "Piccole Storie 2021" ewd e` stato publicato nell'antologia "Appuntamento con la narrativa", Idea Press 2022.

Related Articles

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

L'angolo della poesia

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest Articles

SPECIAl SALEspot_img