Sunday, Jul. 12, 2020

Il lago dei cigni a Cesena

Written By:

|

27 January 2020

|

Posted In:

Il lago dei cigni a Cesena

 Recensione e foto di Isabella Rossiello

La compagnia Ballet from Russia ha deliziato occhi e orecchi di un pubblico che ha gremito il Teatro Bonci di Cesena inondando lo spettacolo di infiniti applausi.

burst

La compagnia è stata fondata nel 1980 dal coreografo e solista del Teatro Bolshoi, Stanislav Kostantinovich Vlasov e attualmente diretta dall’etoile e insegnante Ekaterina Shalyapina.

Le potenti, delicate,gioiose, romantiche musiche di P.Il’ic Cajkovskij accompagnano e sottolineano il balletto Il lago dei cigni, una dolce storia d’amore fra Odette , bellissima fanciulla e il principe Siegfried.

La storia del classico della danza  su libretto di Vladimir Ptrovic Begicev  ha la trama di un’antica  favola  tedesca : Der geraubte Schleier (Il velo rubato) di Jophann Karl  August Musaus, la coreografia è sempre quella di Marius Petipa invariata dal 1895.

Il principe festeggia il suo compleanno con la corte e gli amici, i suoi genitori lo invitano a prendere moglie e gli regalano una balestra dato che Siegfried è un appassionato cacciatore, in un lago nuotano splendidi cigni ma in realtà sono fanciulle stregate dal mago  Rothbart e solo sotto la luce lunare si possono vedere in forma umana e ciò le salva dalle frecce.

Odette è la loro regina e racconta a Siegfried la loro triste storia che solo una promessa di matrimonio potrà sciogliere, il principe la invita al ballo del giorno dopo dove dovrà scegliere la sua sposa.

Il giorno dopo nel magnifico palazzo dei reali il principe non sceglie nessuna delle dame sino a che arriva una fanciulla: Odette che in realtà è Odile figlia del mago Rothbart che ha assunto le fattezze della ragazza amata, il pubblico però riconosce l’inganno perché Odile ha un tutù nero.

Il principe presenta Odile a sua madre ma poi si accorge dell’inganno e le chiede perdono, in un duello si battono Siegfried e Rothbart, quest’ultimo è sconfitto e i due innamorati coronano il loro sogno d’amore.

È una storia d’amore che fa sognare piena di mistero con stregoni e magie stupendi gli abiti e le scenografie dipinte come si usava una volta, inutile ribadire la bravura e la sincronia del corpo di ballo perfetti e non potrebbe essere diversamente viste le ore di lavoro che ci sono dietro ogni passo di danza.

Il balletto è  forse la forma d’arte più faticosa però i risultati sono pura magia.

Share This Article

Related News

Una Canzone di Speranza da Boston
RECENSIONE LIBRO MUSICALE “NICCOLÒ VAN WESTERHOUT”
RECENSIONE LIBRO MUSICALE “TERZA MESSA”

About Author

redazione

Lorem ipsum dolor sit amet. Leggi il profilo completo, clicca qui

Leave A Reply

Leave a Reply