Saturday, Mar. 28, 2020

Geometrie anni 70, femminilità romantica e accenti trasgressivi: presentate a Milano le nuove collezioni autunno inverno 2020/2021

Geometrie anni 70, femminilità romantica e accenti trasgressivi: presentate a Milano le nuove collezioni autunno inverno 2020/2021

Al tempo di un’emergenza sanitaria a livello mondiale, anche la settimana della moda si è dovuta adeguare a nuove, inedite misure.
Sebbene Milano resti sempre il palcoscenico privilegiato per le nuove tendenze e sia sempre la donna affascinante che tutti conosciamo, brillante e piena di luci, questa volta ha mostrato tratti inediti, fatti di malinconia e attesa, sino alla decisione di far svolgere a porte chiuse alcune tra le più importanti sfilate in calendario: una decisione comprensibile, che ci lascia come sospesi, in un tempo senza tempo, in uno spazio senza spazio, con tanta voglia di rinascita e riscatto, per poter accogliere al più presto i numerosi operatori del settore provenienti da tutto il mondo, come è sempre stato.
Ci manca ciò che era fino a ieri e che davamo per scontato: quella normalità che oggi ci sembra così lontana e preziosa.
Ma Milano non si arrende, l’Italia non si arrende, la Moda e la Vita non si fermano.
E le nuove proposte presentate a Milano per l’Autunno/Inverno 2020/2021 ci portano in un vortice emozionale, fatto di geometrie anni 70, dettagli preziosi, tagli asimmetrici, tocchi delicati, ma anche severi e romantici.

Hanita

 

 

 

Come la donna proposta da Hanita, che spazia da influenze anni 70 a quelle anni 90: le proporzioni oscillano tra il corto sexy e capi oversize, passando per tagli asimmetrici.
La palette cromatica va dal neutro al verde militare, dal bianco al nero sino al fucsia e al rosso.

 

 

Pollini

Pollini

 

 

Geometrie patchwork anni 70 sono protagoniste dei modelli proposti da Pollini.
I colori, dal rosso al marrone sino al verde e al turchese, sono abbinati attraverso particolari lavorazioni a intarsio, rievocando le maioliche tipiche anni 70.

 

 

Botticelli

Botticelli

 

 

 

 

 

 

Botticelli propone la sua ‘Bond Woman’: una donna elegante, ricercata e attenta ai dettagli, con grande attenzione ad una dimensione più essenziale e green.

Paciotti

Paciotti

Proposte accattivanti quelle firmate Paciotti: i dettagli sono preziosi e le forme sinuose, in un connubio di raffinatezza e sensualità.

Eleventy

Eleventy

Modernismo visionario ed eco architetture anni 70 si mixano nella collezione AI 2020/2021 firmata Eleventy. Le forme sono chiare e lineari, animate da raffinati contrasti cromatici.
I filati della maglieria sono soffici e preziosi, cosi come iconici sono i cappotti vestaglia e le cappe di ispirazione Seventies.

Les Copains

 

 

 

Si respira l’allure francese degli anni 70 anche da Les Copains: la maglieria presenta filati nobili e un’eleganza informale e senza tempo.

 

 

 

 

Cinzia Rocca

 

 

La proposta milanese di Cinzia Rocca è improntata ad una femminilità semplice ed elegante, dai colori che vanno dai neutri al cammello sino al rosa e al rosso.
Novità della collezione, dalle linee morbide e confortevoli, sono i capi mix match. I gilet sono staccabili e indossabili separatamente.

 

 

 

Baldinini

Baldinini

 

 

La collezione Baldinini per la prossima stagione è caratterizzata da un democratic luxury: materiali nobili, pellami eleganti, tacchi preziosi, lavorazioni uniche. Non manca la passione animalier e le sneaker che diventano accessori quotidiani e super versatili.

Serapian

Serapian

Un sottile tocco Seventies dagli armoniosi effetti cromatici si ritrova nella collezione Serapian.
I materiali sono di assoluta morbidezza e le sfumature sono calde, autunnali. La palette cromatica è ricca e sofisticata e spazia dal verde smeraldo al blu petrolio sino al rosa pallido.

Ermanno Scervino

Ermanno Scervino

Di grande impatto estetico ed emotivo il fashion show firmato Ermanno Scervino: qui l’armonia nasce dai contrasti, i pizzi preziosi e le lane corpose, il femminile e il maschile, la forza e la delicatezza.
I tagli sono asciutti ed essenziali per una silhouette severa e romantica.
Le eleganti contrapposizioni sono espresse con forza gentile.
Sfilano capi perfetti per ogni occasione, con tocchi inconfondibili firmati Scervino, come ricami preziosi e ispirazioni lingerie.
Domina il bianco e il nero in una collezione che desidera celebrare la bellezza femminile, con una sapienza artigianale unica, tutta italiana.

Philipp Plein

Philipp Plein

Philipp Plein

 

Photo credits – BFA ph.

Philipp Plein ci accoglie in un mega show NO LIMITS: ci perdiamo tra un jet, un elicottero, una barca offshore e supercar dorate: un inedito e magico parco giochi dove non c’è nessun limite.
Il cast dello show è stellare, così come molto coinvolgente è la live performance del rapper statunitense Tyga, Missy Elliot e un DJ set di Timbaland all’afterparty firmato Philipp Plein.
La collezione presenta pantaloni spalmati, stivali che rivestono l’intera gamba, piumini a tutta lunghezza, abiti con frange e glitter in oro metallizzato lucido.
Ricercati ricami e applicazioni preziose arricchiscono abiti e accessori, mentre ricorre ovunque la stampa leopardata.
Il finale è di grande impatto emotivo, con un tributo alla leggenda del basket Kobe Bryant con un’esclusiva edizione limitata di maglie Lakers con numero 24.

 

Share This Article

Related News

NATIONAL  PIZZA DAY. La storia della pizza dall’Italia all’America
ITALIA E AMERICA INSIEME PER FESTEGGIARE LE FETTUCCINE ALFREDO
VANESSA PEDERZANI  Alta gioielleria per la donna che ha il coraggio di combattere 

About Author

Diletta Maria Cecilia Loragno

Leave A Reply

Leave a Reply