Wednesday, Nov. 20, 2019

A Bologna rassegna “L’arte è donna. Incontri tra libri e opere nei musei di Bologna”

Written By:

|

22 April 2019

|

Posted In:

A Bologna rassegna “L’arte è donna. Incontri tra libri e opere nei musei di Bologna”

L’arte è donna
Incontri tra libri e opere nei musei di Bologna
a cura di Lara Crinò
Istituzione Bologna Musei | varie sedi 9 aprile – 4 giugno 2019
settembre – dicembre 2019

Tra aprile e dicembre l’Istituzione Bologna Musei apre le sue sedi a scrittrici, storiche dell’arte, giornaliste e studiose che, a partire dalle biografie di celebri figure del passato e della contemporaneità, si confronteranno sul tema dello specifico femminile nell’arte, nella fotografia e nel design, narrando molteplici vicende di vita, evidenziando diffe­renti pratiche, analizzando una varietà di modalità espressive.

Lica Covo Steiner, fotografia non firmata

La dimensione estetica, nella narrazione e nel dibattito, si intreccerà ai contesti storici, cultu­rali e politici in cui le celebri donne di cui si parlerà sono state protagoniste.

Nella storia dell’arte, il profilo delle donne resta spesso sfocato, le loro storie oscure. I nomi delle artiste sono, per così dire, scritti in piccolo. Di recente però di queste storie si è comin­ciato a raccontare, discutere, scrivere sempre di più. Un ampio pubblico legge e si appassiona al racconto dell’arte attraverso la ricostruzione delle vicende personali, come dimostrano nu­merosi successi editoriali degli ultimi anni, e i musei offrono il contesto ideale in cui presentare tali biografie accompagnandole a un percorso di visita pensato ad hoc.

Va in questa direzione la rassegna L’arte è donna. Incontri tra libri e opere nei musei di Bolo­gna che porta nelle sale museali autrici di biografie e studiose per approfondire le storie dirom­penti di donne che hanno fatto dell’arte un mestiere, una passione e una ragione di vita.

Ogni incontro, da aprile a giugno e da settembre a dicembre, affianca una visita guidata alle collezioni permanenti o alle mostre temporanee in corso nei musei alla presentazione di un li­bro con discussione aperta al pubblico. Sono coinvolti non solo l’autrice o l’autore del libro ma figure di studiose/i esperti dell’artista o del periodo di volta in volta preso in considerazione.

All’interno del museo la biografia del personaggio si arricchirà del racconto del periodo storico e artistico in cui è vissuto, con la realizzazione di percorsi ideati appositamente che, attraverso le opere esposte nelle sale, ne inquadrano la vicenda. La conduzione degli incontri è affidata alla giornalista Lara Crinò, curatrice della rassegna.L’arte è donna. Incontri tra libri e opere nei musei di Bologna si realizza con il supporto di Hera e in collaborazione con il Patto per la Lettura di Bologna e il Centro delle Donne/Biblio­teca Italiana delle Donne.

Il progetto grafico è realizzato dagli studenti del corso di Laurea triennale in Communication Design di IAAD Istituto d’Arte Applicata e Design di Bologna che hanno studiato un’identità visi­va caratterizzata dalla presenza di una mano femminile che viene rappresentata, di volta in volta, attraverso dettagli e accessori che richiamano la protagonista di riferimento. La mano la­scia un’impronta, a ricordare il segno lasciato dall’artista nel clima culturale in cui è vissuta.

Nei primi quattro incontri (9 aprile, 8 e 28 maggio, 4 giugno 2019) la narrazione spazierà dalla grafica Lica Covo Steiner, alle pittrici Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana, dalle impressioni­ste Berthe Morisot, Eva Gonzalès, Marie Braquemond e Mary Cassatt alla fotografa Vivian Maier.

Dopo la pausa estiva, da settembre a dicembre, Luciana Frassati Gawronska, Luisa Casati, Peg­gy Guggenheim, Artemisia Gentileschi, Frida Kahlo, Élisabeth Vigée Le Brun, Charlotte Salomon, Berthe Morisot, Suzanne Valadon e Bella Chagall saranno al centro dei successivi appuntamenti.

Tutti gli incontri si aprono con la visita guidata gratuita alle h 17.00. Segue la presentazione alle h 17.45. Ingresso libero, prenotazione consigliata via e-mail scrivendo all’indirizzo

istituzionebolognamusei@comune.bologna.it entro il giorno antecedente agli incontri.

Calendario di primavera, 9 aprile – 4 giugno 2019

martedì 9 aprile 2019MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (via Don Minzoni 14)

h 17.00, Sala delle Ciminiere: visita guidata alla mostra Mika Rottenberg, conduce Lorenzo Balbi

h 17.45 Sala conferenze: Lica Covo Steiner. Arte, grafica e impegno

presentazione del libro Lica Covo Steiner di Anna Steiner (Corraini Edizioni), alla presenza dell’autrice. Relatrici: Anna e Marzia Corraini. Coordina Lara Crinò.

Lica Covo Steiner, grafica, è stata una delle figure più innovative della progettazione editoriale in Italia nel dopoguerra. Documenti, interviste, fotografie e note personali ricostruiscono il so­dalizio sentimentale e professionale con il marito Albe Steiner e la sua amicizia con personalità come Max Huber, Giancarlo De Carlo, Gillo Dorfles o Italo Calvino. Una testimonianza dell’impe­gno civile, della dedizione all’insegnamento e dell’ostinato ed esemplare idealismo di una don­na che è stata tra i grandi protagonisti della cultura milanese della seconda metà del secolo scorso. Dopo il volume Albe Steiner, Corraini ha realizzato una pubblicazione su Lica, firmata dalla figlia Anna, architetto e docente del Politecnico di Milano.

mercoledì 8 maggio 2019Collezioni Comunali d’Arte (Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6)h 17.00, Collezioni Comunali d’Arte: visita guidata Ritratti femminili nel Cinque e Seicento, conduce Silvia Battistini

h 17.45, Cappella Farnese: Sofonisba Anguissola e Lavinia Fontana, le dame con il venta­glio: presentazione del libro La dama con il ventaglio di Giovanna Pierini (Electa), alla presenza dell’autrice. Relatrice: Vera Fortunati. Coordina Lara Crinò.

Sofonisba Anguissola, artista atipica, di nobili natali, dama di compagnia della regina alla corte di Filippo II di Spagna e ritrattista di grande talento dei membri della famiglia reale spagnola, si guadagnò la libertà anche sul piano personale e finanziario. Giovanna Pierini ha ricostruito la sua vita in La dama con il ventaglio. La storia di Sofonisba si presta a raccontare il nostro Rina­scimento e le sue artiste: in particolare Lavinia Fontana, bolognese, vissuta anche lei a cavallo dei due secoli.

martedì 28 maggio 2019Museo Civico Medievale (via Manzoni 4)h 17.00, Museo Civico Medievale: visita guidata Le grandi donne bolognesi al Museo Medie­vale: da Novella a Properzia de’ Rossi, conduce Paolo Cova

h 17.45, Lapidario: Impressioniste. Berthe Morisot, Eva Gonzalès, Marie Braquemond, Mary Cassatt: presentazione del libro Impressioniste. Mary Cassat, Marie Braquemond, Eva Gonzalès, Berthe Morisot di Martina Corgnati (Nomos Edizioni), alla presenza dell’autrice. Relatrice: Lucia Corrain. Coordina Lara Crinò.

La storia delle artiste che l’incredibile successo mediatico del movimento impressionista ha la­sciato in ombra comincia a essere raccontata solo in questi anni. Berthe Morisot, la più cono­sciuta e la più dotata, moglie del fratello di Edouard Manet che lasciò di lei alcuni celebri ri­tratti, è al centro di una monografica in corso al Musée d’Orsay di Parigi fino al 22 settembre 2019, la prima grande antologica a ridarle il posto che merita tra i grandi del movimento. Il vo­lume getta nuova luce sulla storia della sua vita e di quelle delle pittrici Mary Cassat, Marie Braquemond, Eva Gonzalès.

martedì 4 giugno 2019Museo del Patrimonio Industriale (via della Beverara 123)h 17.00: visita guidata alla mostra Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna, 1946-1970, conduce Alessio Zoeddu

h 17.45, Sala Auditorium: Vivian Maier e il segreto della fotografia: presentazione del libro Dai tuoi occhi solamente di Francesca Diotallevi (Neri Pozza Edito­re), alla presenza dell’autrice. Relatrice: Patrizia Pulga. Coordina Lara Crinò.

La figura dell’americana Vivian Maier, fotografa “di strada” autodidatta, autrice di migliaia e migliaia di scatti “rubati” che raccontano la vita americana dagli anni Sessanta agli anni Novan­ta, diventa un’occasione per discutere il ruolo della fotografia nell’immaginario novecentesco, la sua intersezione con le arti applicate, i suoi mutamenti nell’era dei social media e dei selfie. Si parte dalla biografia Dai tuoi occhi solamente che le ha dedicato Francesca Diotallevi.

Lara Crinò, bolognese, si è laureata in Semiotica del testo con Umberto Eco.
Giornalista, si occupa di arte e cultura per la Repubblica e per le pagine dell’inserto Robinson.

Share This Article

Related News

Liquid Art System a Miami
MOSTRA DELLE OPERE PARTECIPANTI AL “X PREMIO UGO GUIDI  2019”
Spunky Boston Indy I AM Books Kicks off Two-Day Festival  of Italian Thought, Books, Art, Culture, November 1-2

About Author

redazione

Lorem ipsum dolor sit amet. Leggi il profilo completo, clicca qui

Leave A Reply

Leave a Reply